Come purtroppo accade all'inizio di ogni anno, c'è da fare la conta dei feriti e delle vittime dei botti di Capodanno. Il primo bilancio parla di circa 100 persone rimaste ferite, il numero più alto delle quali risiede in Campania. In Abruzzo, invece, si trova un ragazzino di 14 anni che rischia di perdere l'uso di una mano a causa dello scoppio di un petardo. Danni anche ad alcuni edifici a Barra, nel napoletano.

Il numero più alto di vittime in Campania, crollo parziale di un edificio

Finora, il numero più alto di persone che sono rimaste ferite per l'utilizzo dei botti di Capodanno si è registrato in Campania.

I primi dati parlano di circa 71 persone che hanno riportato danni e ferite, e tra queste ci sarebbero anche dei bambini. In provincia di Caserta, fino a questo momento sono state ricoverate 9 persone, mentre 11 ce ne sarebbero nella provincia di Salerno. Tra queste, il ferito più grave è un ragazzo di 21 anni che è giunto in ospedale con gravi problemi ad un occhio e a un dito. Ma in Campania le conseguenze dei botti di mezzanotte hanno danneggiato anche alcuni edifici. A Barra, quartiere del napoletano, una forte esplosione ha fatto crollare parte dell'androne di un palazzo, ferendo tre persone.

Un 14enne, in Abruzzo, rischia di perdere una mano

Il negativo bilancio delle vittime dei botti di Capodanno sale se guardiamo anche ad altre regioni. In Basilicata, due persone sono state ricoverate con prognosi di 30 giorni per profonde ferite agli occhi, mentre in Calabria si registrano 12 persone con problemi, di cui tre sono state ricoverate in ospedale.

I migliori video del giorno

Ma è a Pizzoli, in provincia di L'Aquila, che c'è il caso più grave d'Italia fino a questo momento. Un ragazzino abruzzese di 14 anni, infatti, per l'esplosione di un petardo, rischia seriamente di perdere l'uso di una mano. Un dato singolare, che finora hanno riscontrato gli operatori del settore sanitario in Abruzzo, sta nell'aumento delle chiamate al 118 per problemi legati ad un'eccessiva assunzione di alcool. Soprattutto le donne, nella notte di San Silvestro del 2014, sono state protagoniste di abuso di alcool.