Fa un grande ritorno nelle edicole francesi il giornale satirico Charlie Hebdo un mese dopo l'attentato che ha colpito la sua redazione il 7 gennaio scorso. La nuova copertina è stata pubblicata dal giornale Libération il quale ha sostenuto i comici del giornale dopo l'attentato.

Nella copertina del nuovo numero non manca di certo l'umorismo, sono presenti infatti le caricature di Marine Le Pen, la leader del Front National, l'ex presidente francese Nicolas Sarkozy, papa Bergoglio e un cane nero con in bocca un kalashnikov per indicare il terrorismo estremista.

Le stesse immagini, nella copertina, vengono rappresentate mentre inseguono un cane bianco che tiene in bocca una copia del giornale satirico. Il nuovo numero di Charlie Hebdo è il 1179 e sarà pubblicato il 25 febbraio, infatti la scritta presente nella copertina dice: ''C'est reparti'' che in francese vuol dire ''Si ricomincia''.

Il nuovo direttore del giornale satirico, Laurent Sourisseau, spiega il motivo che lo ha spinto a ''caninizzare'' i personaggi presenti nella copertina: ''Sono animali irresponsabili e sottomessi''.

In questo numero, che uscirà il 25 febbraio, ci sarà un nuovo disegnatore, membro dell'associazione Cartooning for Peace, che già in passato si schierò conto i terroristi islamici.

La forza e il coraggio di coloro che colorano ciò che in realtà appare ''nero'' con un po' di umorismo non si ferma, nonostante i continui attacchi che negli ultimi anni hanno colpito la redazione della satira francese.

Infatti un enorme ed infinito grazie va a quei ''pittori'' che nell'attentato del 7 gennaio hanno perso la vita per aver riportato in quelle poche pagine un po' di umorismo su tutte le problematiche che la gente comune vive ogni giorno, forse a causa della crisi o dell'incapacità dei politici stessi. La loro storia, il loro coraggio devono farci capire quanto sia bella libertà di parola, di pensiero, di quanto sia meraviglioso esprimere ciò che siamo senza avere il timore di essere uccisi o ricattati.

Segui la nostra pagina Facebook!