Riguardo ai casi di Yara Gambirasio ed Elena Ceste, ultime news giungono dalla puntata di Chi l'ha visto andata in onda il 18 febbraio. A quanto pare, gli inquirenti non soltanto avrebbero dimostrato che sui leggins della piccola Yara vi erano delle fibre compatibili con quelle del sedile del furgone di Bossetti, ma che quel furgone potrebbe essere proprio quello del muratore di Mapello. Sul caso di Elena Ceste, le notizie riguardano la questione dei vestiti, uno dei misteri più inestricabili dell'indagine: a quanto pare Michele avrebbe costruito una strana messa in scena, poi smentita da innumerevoli testimoni. Ecco le ultime news sui casi di omicidio di Yara Gambirasio ed Elena Ceste, notizie aggiornate al 19 febbraio.

Yara Gambirasio: Bossetti inchiodato dalle fibre del furgone?

I RIS hanno scoperto sui leggins della ragazzina alcune fibre che potevano essere compatibili con quelle del furgone di Massimo Bossetti. Ebbene, le novità raccontate da Chi l'ha visto rivelano come gli inquirenti abbiano fatto un'indagine sistematica di tutti i furgoni della medesima marca di quello del muratore di Mapello che sono stati immatricolati nel Nord Italia.

Dopodiché le indagini hanno cercato di capire se i possessori degli altri furgoni fossero stati il giorno dell'omicidio nei pressi di Brembate e il risultato è che soltanto quello di Bossetti è stato visto in quella zona in quel giorno. Durante la trasmissione sono state poi mandate in onda alcune immagini che dimostrerebbero come Bossetti si aggirasse proprio nei pressi della palestra di Yara nel giorno dell'omicidio.

Questa prova che potrebbe rivelarsi decisiva si aggiunge a tutte le contraddizioni in cui è caduto l'indagato e a questo punto le evidenze sembrano portare tutte a Bossetti.

Elena Ceste: la questione degli abiti, ecco perché Michele avrebbe mentito

Michele, l'unico indagato per omicidio e occultamento di cadavere, avrebbe mentito sulla questione dei vestiti della moglie. Secondo la ricostruzione del marito, Elena Ceste si sarebbe allontanata in stato confusionale completamente nuda, disseminando i vestiti per il giardino di casa.

Le ultime notizie rivelano come alcuni testimoni importanti - tra cui anche quella dei genitori della stessa Elena - abbiano dichiarato di aver visto nell'auto di Michele, il giorno della scomparsa, alcuni indumenti della donna. Perché erano in auto? Perché Michele portava con sé una sorta di ricambio per la moglie? Le ricostruzioni di Chi l'ha visto sono molto dirette: Michele avrebbe sorpreso e ucciso Elena Ceste mentre era nuda in bagno e, dopo l'omicidio, avrebbe preso tutti i vestiti della donna, quelli che si era cambiata e il ricambio, riponendoli nell'auto.

Poi avrebbe inscenato la fuga e messo in piedi il depistaggio. La circostanza sembra avere valore probatorio, mentre l'avvocato difensore di Michele ha prodotto richiesta di scarcerazione. Il contenuto, però, non è stato reso noto.

È tutto con le ultime notizie sui casi di Yara Gambirasio ed Elena Ceste, news aggiornate al 19 febbraio. Per ricevere gli aggiornamenti dalle indagini sui casi di cronaca nera, il nostro consiglio è di cliccare su "Segui" posto in alto sopra il titolo dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto