L'aereo della compagnia tedesca "Germanwings" che si è schiantato ieri mattina in Provenza, nei pressi di Barcellonnette, provocando la morte di tutte le centocinquanta persone a bordo, aveva dei problemi tecnici. La notizia è stata riportata da quotidiano "La Repubblica"; fonte della news è lo "Spiegel", che riporta le dichiarazioni di un portavoce della "Lufthansa" (la compagnia che controlla "Germanwings"). L'aereo aveva dei problemi alla "nose landing door", che però erano stati risolti, tanto che il velivolo era pronto per decollare dal giorno prima. Trenta voli della "Germanwings" sono stati cancellati, dato che gli equipaggi si sono rifiutati di partire. 

Tutti i dettagli della tragedia

L'aereo precipitato in Provenza, nei pressi di Barcellonette, sulle Alpi francesi, è un Airbus A320, a bordo del quale c'erano centocinquanta persone: centoquarantaquattro passeggeri, due piloti e quattro membri dell'equipaggio ed era diretto da Barcellona a Dusseldorf.

A bordo del velivolo c'erano anche sedici studenti di liceo e anche due neonati. Il relitto è stato localizzato a quasi tremila metri di altitudine, con rottami sparsi per due ettari. Secondo le ultime indiscrezioni, inoltre, provenienti dal sito "Sì 24.it", l'equipaggio non inviato una richiesta di soccorso. Per il momento, si ritiene che la causa dell'incidente sia un errore umano e si esclude l'ipotesi di un attentato terroristico. Un operatore ha sorvegliato la zona in elicottero e ha riportato particolari raccapriccianti: "L'aereo è entrato nella montagna e si è disintegrato, è difficile persino riconoscere i rottami. Una scena spaventosa". Il volo è stato localizzato nel massiccio dei "Trois evechès", una zona montuosa localizzata a circa 2,700 metri di altitudine. Sul posto sono giunti trecento pompieri, trecento militari della gendarmeria nazionale, dieci elicotteri e aerei militari, ma non c'è stato nulla da fare.

I migliori video del giorno

Tutti i centocinquanta passeggeri sono morti, come ha confermato Alain Vidailes, il ministro francese dei Trasporti. Il presidente Hollande ha invece lanciato un messaggio di solidarietà a tutti i parenti delle vittime.