Avrà lo sconto della pena Carlo Lissi, l'informatico di trentun'anni che il 14 giugno della scorsa estate ha ucciso nella propria abitazione la moglie Maria Cristina Omes e i suoi due figli, Giulia di cinque anni e il piccolo Gabriele di soli venti mesi. Questa riduzione della pena è stata decisa nella mattinata di ieri da Luisella Perulli, giudice del Tribunale di Pavia.

Oltre a richiedere lo sconto della pena, l'avvocato difensore di Carlo Lissi, ha richiesto anche la perizia psichiatrica dove si dovrebbe evidenziare la semi infermità di Carlo Lissi. Tutto questo per evitare l'ergastolo. La madre di Maria Cristina Omes, in una sua dichiarazione, ha mostrato tutto il suo dolore e lo sconforto dopo aver saputo dello sconto.

Proprio la madre della giovane vittima fa parte di quel gruppo di persone che durante il processo si sono costituite come parte civile. Il 28 febbraio scorso Carlo Lissi ha raccontato ai magistrati che lo hanno ascoltato l'infatuazione verso una sua collega di lavoro.

Ecco la ricostruzione in base al racconto di Carlo Lissi riguardo la notte del 14 giugno 2014, giorno in cui ha consumato la sua rabbia. Erano circa le 23 e i due coniugi ebbero una discussione nella taverna della casa. La moglie cercò di picchiarlo ma fu bloccata dal marito. Maria Cristina cerca di scappare ma viene raggiunta da Carlo con in mano un coltello preso dalla cucina. Dopo averla uccisa prosegue la sua carneficina contro i due figli.

In base a quanto detto durante il processo si evince che il motivo di queste azioni era perché aveva paura di separarsi dai figli perché ''li amava troppo''.

I migliori video del giorno

Carlo Lissi racconta allo psichiatra il suo rapporto con la moglie descritta come una ''brava casalinga ma con poca vita sociale''. La moglie forse non amava uscire molto la sera, forse amava e desiderava una vita senza eccessi fatta di semplicità e affetto, sicuramente era questo il motivo che spinge Carlo Lissi a non essere del tutto convinto di sposarsi con quella che poi è diventata la sua vittima insieme ai suoi due piccoli figli.