Sembra essere ancora lontana la verità sui due casi di cronaca italiana che appaiono molto più simili a due enigmi, quelli di Elena Ceste e di Loris Stival. Sono veramente tanti i dubbi che restano irrisolti su queste due tristi vicende. Per quanto riguarda il primo caso, sono emerse nuove indiscrezioni su Michele Buoninconti, il marito della donna che si trova rinchiuso nel carcere di Quarto d'Asti dallo scorso 29 gennaio. La sua posizione pare aggravarsi sempre di più, anche se l'uomo continua a ribadire la sua innocenza.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Tutti i maggiori quotidiani nazionali hanno invece riportato la notizia dell'incontro nel carcere di contrada Petrusa tra Veronica Panarello e Davide Stival, finito malamente.

Il tanto atteso chiarimento tra i due coniugi non c'è stato. 

Si aggrava la posizione di Michele Buoninconti, ma Ursula Franco lo difende

Nelle ultime ore non si fa altro che parlare dell'ultima indiscrezione diffusa dal settimanale "Giallo" sul caso di Elena Ceste, ovvero la telefonata che Michele Buoninconti avrebbe fatto ad un'amica poco dopo la scomparsa della moglie. Alla vista delle ruspe e degli operai che cercavano di trovare il corpo della tentesettenne mamma di Costigliole d'Asti, il vigile del fuoco, con atteggiamento molto ansioso, avrebbe detto all'amica: "Cosa fanno quelle ruspe nel canale?". Secondo l'accusa, la posizione di Michele Buoninconti si aggraverebbe sempre di più dopo questa intercettazione telefonica diffusa da "Giallo", dal momento che dimostrerebbe che il vigile del fuoco già sapeva di avere nascosto il cadavere della moglie nel Rio Mersa.

I migliori video del giorno

Ma il mistero si infittisce sempre di più: secondo il criminologo Ursula Franco, infatti, Michele sarebbe innocente; la prova di ciò sarebbe il suo rimorso per non essere riuscito a trovare il corpo di Elena Ceste nel canale di scolo. Dunque, qualcosa non torna sulla posizione di Michele e la verità sul caso di Costigliole d'Asti pare ancora essere piuttosto lontana. 

Lite accesa tra Veronica Panarello e Davide Stival

Per quanto riguarda invece il caso di Andrea Loris Stival, molto importante è la notizia dell'incontro tra Veronica Panarello e suo marito Davide Stival, avvenuto sabato scorso, nel carcere di contrada Petrusa di Agrigento. Il marito si aspettava che la moglie confessasse il delitto, dato che le immagini delle telecamere di Santa Croce Camerina smentiscono la sua versione dei fatti. Veronica, invece, ha ribadito la sua innocenza, tanto che il colloquio si è trasformato in una lite e sono dovuti intervenire i secondini per separare i due coniugi. Il caso Loris sembra dunque un giallo irrisolvibile.