Sabato scorso in India per un pò di tempo si è pensato che il paese fosse sotto attacco da parte degli Ufo. Il motivo di ciò è da ricercare nella segnalazione effettuata da un pilota di un aereo di linea che aveva avvistato nei cieli indiani cinque oggetti volanti non identificati. L'uomo subito aveva fatto segnalazione alla torre di controllo. I responsabili della torre di controllo non sapendo che pesci prendere hanno avvisato l'aeronautica militare indiana che subito ha mandato in ricognizione alcuni aerei.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale UFO

Chiaramente la notizia si è sparsa a macchia d'olio nel grande paese asiatico facendo molto scalpore. Tanto che i media indiani e non solo hanno iniziato a parlare della notizia di questo avvistamento e della probabilità che si trattasse di UFO.

Si trattava di palloni pubblicitari di una nota azienda di diamanti che sponsorizzava un evento sportivo

Il fatto così come riporta anche il sito di Rai News è avvenuto nei cieli di Mumbai, capitale dell'India vicino all'aeroporto locale. L'evento ha comportato che per ben due giorni polizia, aeronautica militare e servizi segreti hanno indagato sul fatto, che appariva inizialmente come molto misterioso. Anche perchè chi aveva visto gli Ufo li aveva descritti come piccoli oggetti che sembravano essere stati paracadutati dal cielo. Questo ovviamente è bastato per dare il via alle ipotesi più fantasiose possibili, sia da parte degli amanti dell'ufologia che dagli stessi media del paese indiano. Dopo due giorni il 'mistero' è stato fortunatamente risolto dalla polizia di Mumbai.

I migliori video del giorno

Le forze dell'ordine del paese asiatico hanno infatti potuto appurare, a conclusione delle indagini, che in realtà non era un Ufo ma si trattava di un'iniziativa a scopo pubblicitario realizzata da un'azienda di export di diamanti, che aveva sponsorizzato un match di cricket in uno stadio nei pressi dell'aeroporto locale. Insomma l'allarme è rientrato ma il fatto è costato caro agli ideatori della curiosa campagna pubblicitaria. Infatti la polizia ha effettuato due arresti per negligenza nei confronti dei responsabili.