Arriva una storia assai inquietante direttamente dal Regno Unito. Andrew Milburn, giovane dipendente dell'ospedale di Leeds, scattando col proprio smartphone una foto al corridoio del nosocomio in cui lavora, allo scopo di inviarla alla sua ragazza, si è accorto che nell'immagine era apparso qualcosa di strano. Infatti il ragazzo ingrandendola, ha notato quello che sembra il fantasma di una bambina che indossa un vestito e che pare dirigersi verso una camera, dove adesso si trova il centralino dell'ospedale.

La stanza in questione sarebbe non lontana dal punto del nosocomio in cui si trova il reparto di pediatria. Il giovane dipendente dopo aver condiviso la foto su tutti i principali social network tra cui Facebook e Twitter, ha giurato sull'autenticità dello scatto.

Secondo gli esperti lo scatto sembrerebbe autentico

L'immagine ha fatto molto scalpore sul web, tanto da diventare nel giro di poche ore virale.

Inoltre numerose testate giornalistiche si sono occupate del caso tra cui "Mirror.uk" e "IlGiornale.it". Tra l'altro lo stesso Andrew Milburn ha dichiarato al Mirror che nell'ospedale in questione di notte accadrebbero cose strane. Rumori di passi nel cuore della notte e presenze inquietanti a quanto pare sarebbero all'ordine del giorno. Ovviamente al solito in internet ci si divide tra chi crede sul serio possa trattarsi di un fenomeno cosiddetto "paranormale" e chi invece più scetticamente pensa si possa trattare di una vera e propria bufala.

Chiaramente tra i dipendenti dell'ospedale in questione ed in particolare tra coloro che si trovano spesso a dover fare il turno di notte in quel reparto, aleggia adesso la paura. Nel frattempo gli esperti stanno analizzando l'immagine incriminata. Secondo quelli che sono i primi accertamenti effettuati dai tecnici del paranormale, la foto non sarebbe stata ritoccata ne modificata artificiosamente.

Dunque per il momento resta il mistero di cosa realmente si possa trattare e di come si possa spiegare il fenomeno in questione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto