Nella mattinata del 10 maggio 2015 Domenico Maurantonio, lo studente di diciannove anni, muore dopo essere precipitato dall'hotel 'Da Vinci' di Bruzzano, quartiere della periferia di Milano. Sulla vicenda ci sono ancora alcuni punti che gli inquirenti e gli investigatori stanno lavorando per scoprire la causa della sua morte.

Gli aspetti fondamentali della vicenda

Il davanzale e la caduta. Molti si chiedono come abbia fatto a cadere dal momento che l'altezza del davanzale è poco più di un metro dal pavimento. Sono due le ipotesi al riguardo: o è salito di proposito o qualcuno l'ha costretto a farlo. Le indagini, dopo alcune simulazioni sulla caduta, hanno dimostrato che il ragazzo è caduto 'a piombo' cioè con il corpo parallelo al muro. Nessuno degli ospiti dell'hotel ha sentito urlare Domenico e per questo si deduce che forse era privo di sensi.

L'alcol e il malore.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Secondo alcune analisi, durante la caduta il suo tasso alcolico non era tanto elevato ma nello stomaco sono state trovate tracce di alcol forse ingerito prima della caduta. Inoltre si è dedotto che a causare il probabile malore fosse stata la dissenteria ma i test fatti sul corpo non rivelano la presenza di lassativi.

I pantaloncini. Sia i pantaloncini sia gli slip sono stati ritrovati vicino al corpo della vittima: si ipotizza che siano stati lanciati o dal suo assassino o da un testimone che lo ha visto precipitare.

Il livido e le unghie. Sul braccio destro aveva un livido e dalle analisi effettuate risulterebbe compatibile ad una 'stretta di mano'. Forse qualcuno ha cercato di salvarlo. Riguardo le unghie, sono state trovate sotto di esse lievi tracce di Dna.

Lo sconosciuto. Sia la preside sia i compagni di classe hanno raccontato agli inquirenti la presenza nel quinto piano di uno sconosciuto che avrebbe aiutato delle ragazze ad aprire la porta della loro camera. In base alla loro descrizione si tratterebbe di uno slavo.

WhatsApp e i compagni di Domenico. Poco prima delle 5:30 di quella mattina, Domenico ha inviato un messaggio ad un amico.

I migliori video del giorno

Ricordiamo che il ragazzo è morto tra le 5:30 e le 7:30 e il suo corpo è stato ritrovato verso le 8. È certo che i compagni nascondino qualcosa. Secondo quanto raccontato da loro, quella sera non c'è stato nessuno 'festino' tra compagni a causa della stanchezza del viaggio. Verso le 3:20 tutti i ragazzi si trovavano nella hall, luogo dove Domenico ha scattato una delle sue ultime foto. Alle 5:30 tutti i ragazzi erano già nelle loro camere, compreso Domenico, ma solo dopo un'ora un suo compagno si sarebbe accorto della sua assenza. Ciò non convince né gli investigatori né i genitori di Domenico.