A tre anni dal massacro durante la proiezione del "Il Cavaliere oscuro", ieri negli Usa un uomo bianco è entrato in un cinema di Lafayette nello stato della Louisiana e in silenzio ha sparato senza controllo, uccidendo due persone e ferendone altre sette.

Nel Cinema Grand 16 era proiettata la commedia "Crazy Amy" quando ad un tratto il luogo si è trasformato in un film horror con feriti ovunque, macchine della polizia e sirene delle ambulanze. Jim Craft, il capo della polizia di Lafayette, ha spiegato che venti minuti dopo l'inizio del film l'uomo si è alzato dalla poltrona ed ha iniziato a sparare con una pistola.

L'assassino si è ucciso

All'arrivo degli agenti sul posto, alle 19.30, l'uomo si è tolto la vita.

Durante la sparatoria nella sala erano presenti più di cento persone di ogni età. L'uomo ha agito in modo silenzioso, non ha rivolto parola a nessuno, e anche nell'atto dello sparare non ha aperto bocca. John Russell Houser, l'assassino, aveva 59 anni ed era originario dell'Alabama.

Lo hanno descritto come un vagabondo con precedenti penali. Le vittime invece erano Macy Breaux, 21 anni e Jillian Johnson, 33 anni. Il caso non è l'unico, nel massacro di Aurora in Colorado, tre anni fa James Holmes di soli 24 anni uccise senza pietà 12 persone durante la proiezione del film "Il Cavaliere oscuro il ritorno".

Barack Obama, il Presidente degli Stati Uniti ha di nuovo espresso il suo parere in materia di controllo delle armi. Ha spiegato che il suo più grande insuccesso durante questo mandato è proprio la mancata approvazione di una legge a riguardo.

I migliori video del giorno

E' questa l'America, l'unica nazione sviluppata sulla Terra in cui non esiste un controllo sulle armi, la dichiarazione di Obama. Il numero di persone uccise da armi da fuoco è nettamente maggiore di quello di persone uccise dal terrorismo.

Rimangono 18 mesi alla fine del mandato presidenziale ed Obama non vuole lasciare irrisolta la questione, anzi si deve trovare una soluzione al doloroso problema che ormai fa piangere gli Stati Uniti.