Un videoclip a luci rosse girato da una coppia cinese ha fatto il giro del mondo, si è diffuso sui principali social più utilizzati in Cina come Weibo e Wechat, ha allarmato l'intera Repubblica Popolare Cinese tanto che la corsa alle visualizzazioni si è arrestata con l'arrivo della censura governativa.

Nel video sono immortalati due ragazzi che fanno l'amore in un camerino di uno dei grandi magazzini Uniqlo di Pechino, catena di abbigliamento molto diffusa sul suolo cinese.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

I due si sono ripresi con il cellulare e poi hanno diffuso le immagini in rete.

Il caso è diventato nazionale in Cina personaggi dello spettacolo sono intervenuti. E' il caso dell'attrice Yi Nengjing che, spostando il tema sui diritti delle donne, ha esortato la giovane protagonista del video a denunciare il ragazzo che lo ha pubblicato, sottolineando e ribadendo che nessuno ha il diritto di diffondere le nudità altrui in rete, e infine invitandola a proteggere se stessa.

Le reazioni del governo

Il governo non l'ha presa tanto bene e la censura è arrivata in fretta, e con essa un comunicato di un'authority cinese avente poteri di regolazione del traffico internet: la Cyberspace Administration of China ha sostenuto che chiunque ospiti nel proprio sito il video, viola i valori e i principi socialisti. Il video è scomparso dai social, ma è ancora diffuso su tanti dispositivi mobili.

La Cina non può certo definirsi come una nazione indulgente in termini di contenuti web.

La sua censura in passato si è abbattuta sui grandi giganti come facebook o wikipedia, la diffusione virale di questo videoclip per il governo è stato un grande insulto alle politiche di regolazione della rete, tanto da dichiarare in un comunicato che" il popolo di pechino è preoccupato dell'accaduto", ma in realtà come sappiamo la reazione è stata molto diversa.

I migliori video del giorno

Le reazioni dei cinesi

Una gran parte dei cinesi l'ha presa sul ridere; lo store dove è avvenuto il fatto è quasi diventato una meta turistica con tanto di gadget e magliettine stampate con la foto in primo piano della coppia, a conferma "dell'effetto business" seguito alla diffusione virale del video.

Alcune voci che si sono sollevate in proposito, hanno dedotto che tutta la faccenda non sia stata altro che una pura operazione di Marketing, in un periodo di profonda crisi finanziaria in Cina, che quindi sia stata messa in piedi dalla stessa catena Uniqluo.

Più tardi è arrivata la smentita a mezzo comunicato, nel quale l'azienda ha voluto ricordare a tutti i clienti di rispettare le norme morali della società e di fare un uso più appropriato dei camerini.