Nonostante siamo nella prima metà di agosto e l'estate sia ancora nel pieno, il meteo non lascia presagire nulla di buono ma al contrario si appresta a causare danni e disagi a tutta la popolazione calabrese. Ebbene si la Calabria, nonostante si trovi nella parte meridionale della penisola italiana, in questi giorni sta risentendo sensibilmente il disagio climatico, con temperature al di sotto della media e venti anche molto freddi. L'Arpacal ha deciso così di emanare un allarmane nelle prossime ore e per la giornata del 12 agosto. Quali zone saranno coinvolte? Scopriamolo insieme.

Allerta meteo 12 agosto

I nuovi bollettini meteonon lasciano immaginare nulla di buono anzi fanno pensare che il maltempo continuerà per ancora un pò di tempo.

In particolare sono previste nelle prossime ore rischi di frane, smottamenti e anche pesanti inondazioni che senza alcun dubbio creeranno disagi. Tutto ciò è causate dalle correnti atlantiche che sono arrivate nella nostra penisola e che si sono insediate ancora di più in Calabria a causa della sua forma. L'Arpacal ha annunciato che la regione si trova ad un allarme da bollino arancione ma ci sono anche zone che hanno l'allerta molto più elevata ossia da codice rosso. In quest'ultimo quadro si instaurano le zone ioniche e dunque quelle località della piana di Sibari, Crotone e fino a Catanzaro provocando un altro rischio idrogeologico. Il Centro Funzionale Multirischi della Calabria tiene a precisare che le zone a rischio dissesti potrebbero arrecare danni a cose o persone che si trovano nelle zone evidenziate.

I migliori video del giorno

Vi ricordiamo però che gli aggiornamenti in merito alle previsioni del tempo saranno disponibili periodicamente sul portale della protezione civile, dove inoltre sarà possibile trovare anche le norme e i comportamenti da seguire in caso di forte maltempo. Restate aggiornati anche con i nostri futuri aggiornamenti per saperne di più sull'argomento cliccando sul tasto Segui in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo. Vi saranno forniti tutti i dettagli e i prossimi comunicati dell'Arpacal e protezione civile.