L'eccidio di Sant'Anna di Stazzema del 12 agosto 1944 segna in modo indelebile la memoria per essere stata una strage che ha segnato la storia del piccolo borgo e dell'Italia. Questo crimine contro l'umanità compiuto dai nazisti durante la seconda guerra mondiale - non considerato rappresaglia ma puro atto terroristico -  viene ricordato oggi, giorno nel quale cade il 71° anniversario del massacro di 560 persone innocenti.

S.Anna di Stazzema: storia dell'eccidio nazista

Sant'Anna di Stazzema all'inizio di agosto del 1944 era stato considerato dal comando nazista come 'zona bianca', ossia zona che aveva caratteristiche che la rendevano particolarmente adatta ad accogliere gli sfollati.

I partigiani avevano da pochi giorni abbandonato la zona quando tre reparti delle SS, avvalendosi della collaborazione di fascisti collaborazionisti , raggiusero S.Anna: a quel punto gli uomini del paese scapparono per andare a rifugiarsi nei boschi circostanti mentre donne, bambini e anziani rimasero nelle loro case ritenendosi al sicuro in quanto civili inermi. Purtroppo le loro convinzioni erano sbagliate: nel giro di tre ore i nazisti uccisero 560 persone innocenti con bombe a mano, colpi di mitra o rivoltella o con altre modalità tipiche del terrorismo. L'obiettivo era quello di instaurare il terrore nella popolazione, con l'intento era soprattutto quello di ostacolare i collegamenti tra partigiani e civili. 

Il 20 aprile del 2004 si tenne un processo per la strage di Stazzema contro questo crimine davanti al Tribunale Militare di La Spezia: sotto accusa solo gli ufficiali che ordinarono di compiere l'eccidio di Sant'Anna, contro 10 dei quali furono emanate sentenze di  ergastolo

S.Anna di Stazzema oggi: degrado e incuria

Un articolo de L'Espresso di marzo ha denunciato il forte stato di abbandono e l'incuria nella quale versa Sant'Anna di Stazzema: il luogo, dopo essere stato colpito il 5 marzo da forti raffiche di vento, ha visto danni notevoli come il tetto della chiesa scoperchiato e la rottura della lapide - in cima alla rupe dell'Ossario - che riporta i nomi delle vittime dell'eccidio.

I migliori video del giorno