Per Steve Maman ciò che conta è solo salvare più vite umane possibili, il Signor Maman è un ricco uomo d'affari canadese ebreo e la sua missione da compiere è quella di salvare bambini curdi Yazidi tenuti in ostaggio dall'Isis. Il suo progetto di liberare questi bambini cristiani di etnia Yazidi ha portato al salvataggio di 128 bambini, l'uomo da oltre un anno paga all'Isis il prezzo dei bambini catturati dai guerriglieri islamici prima che arrivino all'asta e prima che finiscano in mani sbagliate, cioè nelle grinfie di persone che li riducono in schiavitù o che li sfruttano sessualmente. Maman sostiene che il suo unico interesse è pagare un riscatto per salvare vite umane e non gli importa che il suo denaro aiuterà un'organizzazione criminale come l'Isis, l'uomo d'affari di Montreal sostiene infatti che non saranno certo i suoi 3-4 mila dollari a bambino a far arricchire l'Isis, che gode di un capitale di circa 4 miliardi di dollari.

Le ragioni del ricco canadese

Per ciò che sta facendo Steve Maman viene chiamato come il nuovo Oskar Schindler, che salvò la vita a 1.200 ebrei durante l'Olocausto impiegandoli nelle sue fabbriche nel pieno della seconda guerra mondiale, Maman ha ricordato come anche Schindler salvò molti ebrei pagando illegalmente molto denaro, in quel caso specifico dando soldi al partito nazista, ancora Maman sostiene che la sua iniziativa è nata dal fatto che nessuno si era mosso prima di lui per salvare gli Yazidi finiti fra le grinfie dell'Isis. Come tutti sanno, anche grazie alle innumerevoli notizie provenienti dagli organi d'informazione, l'etnia degli Yazidi è quella che più ha subito le barbarie da parte dell'Isis con la riduzione in schiavitù di bambini e continui abusi sessuali sulle donne, anche se questo sta portando ad una piccola vendetta da parte delle donne Yazidi. Purtroppo il popolo Yazidi è considerato una minoranza tra le minoranze, gli eretici per eccellenza per i miliziani dell'Isis, in quanto cristiani in una terra storicamente mussulmana come l'Iraq.

I migliori video del giorno