La 25enne turista inglese Georgia Bradley era comodamente distesa in una spiaggia deserta di Creta, il suo fidanzato si era allontanato per prendere da bere in un bar parecchio lontano, mentre era sola è stata avvicinata da due sconosciuti del luogo, gli uomini hanno iniziato a molestarla e quando lei a rifiutato le loro avances i due si sono subito arrabbiati nei suoi confronti, la donna era molto spaventata ed uno di loro ha iniziato a palpeggiarla confidando che nessuno potesse sentire le possibili urla della ragazza. Un aiuto inaspettato giungeva all'improvviso da un cespuglio, un piccolo cane nero, che ha iniziato ad abbaiare in maniera incessante e che ha cercato di mordere gli aggressori mettendoli clamorosamente in fuga.

Una dolorosa partenza

Il cagnolino viene portato dalla donna e dal fidanzato nel loro appartamento in affitto e viene premiato con ricco pasto per il suo coraggio. La donna crede che il cane, chiamato da lei Pepe, sia stato abbandonato da qualcuno, infatti già nei giorni scorsi lo aveva visto girovagare per le strade della località turistica mentre cercava in tutti i modi di attirare l'attenzione dei vacanzieri per racimolare qualche boccone. La Bradley ha cercato di dare una sistemazione migliore al cane prima della sua partenza, ma caricati i bagagli sull'auto per l'aeroporto la donna vede dietro l'automezzo il piccolo Pepe che inizia a seguire la macchina, in questo frangente la donna si ripromette di fare di tutto per tornare a prenderlo per portarlo con se in Inghilterra.

I migliori video del giorno

Il giusto premio

Due settimane più tardi la Bradley ritorna in Grecia cercando disperatamente il cane per altre cinque settimane e riesce finalmente a scovarlo presso la spiaggia di Georgioupoli, non molto distante dal luogo dove la donna aveva trascorso le sue vacanze in Grecia. Una volta che la donna è riuscita ad accettarsi che il cagnolino era un randagio lo ha adottato e portato con se in terra britannica, una procedura che gli è costata quasi mille euro, tra microchip, vaccino antirabbia e passaporto per animali, ma Pepe se lo è proprio meritato.