L'agente di polizia statunitense Sabine Raymonvil (trentenne) è diventata particolarmente popolare per i suoi trascorsi da apprezzata pornostar. La donna, in realtà, non ha mai fatto mistero del suo passato tuttavia, alcuni elementi inquietanti, accendono polemiche e curiosità. Sul web dilagano gli articoli che fanno riferimento alla poliziotta della Florida: ma perché si è sollevato un tale polverone attorno a questa persona? In America non c'è nessuna legge che vieta espressamente ad un agente delle forze dell'ordine di prendere parte a film per adulti (reputazione del Dipartimento a parte), tuttavia Il problema più scottante è che alla Raymonvil viene accostato il nome di un produttore di film hard condannato per stupro tre anni or sono, tale Emerson Callum.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

L'uomo compare in una pellicola a luci rosse proprio accanto a Sabine. Nel 2012 Callum, e il suo partner L. Flanders, un poliziotto (anch'egli condannato per lo stesso motivo), violentavano le ragazze che si presentavano ai casting per i provini.

Dove sta la verità?

Per le ragioni di cui sopra Sabine, agente da 8 anni, è finita sotto inchiesta per "condotta inappropriata": trattasi di un'indagine interna del Dipartimento di Polizia della Florida. Bisognerà attendere la conclusione di tali indagini per capire esattamente dove si nasconda la verità. Miss Raymonvil nega categoricamente di aver partecipato a produzioni a luci rosse dopo il suo ingresso in polizia. In realtà, l'emittente WPLG dichiara di essere in possesso del materiale audiovisivo che confermerebbe l'esatto contrario. Alcuni media sostengono che Sabine condurrebbe una doppia vita, ossia poliziotta di giorno e "donna fatale", che si accompagna anche a personaggi vip, la notte.

Resta senz'altro la curiosità di sapere come andrà a finire questa torbida vicenda, ossia, se gli indizi più rilevanti verranno in qualche modo occultati per salvaguardare l'immagine della polizia, oppure se Sabine dovrà rimetterci sul serio (il posto di lavoro e chissà cos'altro).

I migliori video del giorno

Il buon senso suggerirebbe che Sabine sapesse ciò che accadeva durante i provini, ossia gli stupri: è difficile che ne fosse completamente all'oscuro. Tuttavia queste sono solo supposizioni.