Folle gesto è stato registrato nella giornata del 5 ottobre nella regione Calabria. La provincia che è rimasta coinvolta dalla tragedia è stata quella di Catanzaro dove una giovane donna ha posto fine alla sua vita lanciandosi da un ponte. Una tragedia davvero grande che ha sconvolto gli abitanti della cittadini a tutti coloro che la conoscevano. Vediamo nel dettaglio cosa è emerso dalla prima ricostruzione della polizia e dei carabinieri intervenuti sul luogo.

Un gesto estremo

La donna di 36 anni, della quale ancora non conosciamo le generalità, si sarebbe tolta la vita nella mattinata del 5 ottobre e precisamente intorno alle ore 12:17.

La ragazza si sarebbe gettata nel vuoto dal viadotto Morandi in provincia di Catanzaro. La donna era nubile, dunque non sposata e non aveva nemmeno figli. Secondo le prime testimonianze rilasciate ai carabinieri, la ragazza sarebbe arrivata a piedi lungo il viadotto ed avrebbe poi scavalcato la rete di protezione. Subito dopo si sarebbe lasciata cadere nel vuoto, dal ponte alto oltre cento metri. Due giovani che passavano dal ponte avrebbero cercato di dissuaderla dal folle gesto ma ogni tentativo sarebbe stato vano. I due non sarebbero riusciti ad impedire che scavalcasse il parapetto. La polizia e i carabinieri sarebbero immediatamente giunti sul luogo della tragedia ed avrebbero lavorato a lungo per il recupero del corpo della giovane. I documenti della giovane non erano stati ancora ritrovati ma da quando è emerso avrebbe origini catanzaresi.

I migliori video del giorno

Sempre dalle prime ricostruzioni, la ragazza aveva problemi sentimentali e prima di morire avrebbe lasciato un biglietto in una borsa dove, rivolgendosi ad un uomo, annunciava il suo suicidio.

Gli aggiornamenti e le ricostruzioni sono ancora in corso e delle novità arriveranno sicuramente a breve. In attesa di ulteriori informazioni, vi invitiamo a cliccare sul tasto 'Segui' posizionato in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo, Così facendo potrete restare sempre aggiornati sulle vicende di cronaca e tanto altro.