Terribili notizie giungono dalla regione Calabria, dove un uomo è rimasto ferito nella sera del 4 novembre, in una sparatoria. Il tutto è avvenuto in un quartiere della provincia di Crotone. Le sue condizioni sono molto gravi ed al momento si trova ricoverato presso l'ospedale di Crotone nel reparto di rianimazione. Vediamo insieme la prima ricostruzione da parte delle forze dell'ordine intervenute sul posto al momento dell'agguato.

La tragedia

La vittima nell'agguato di Crotone è Pietro Ranieri, un uomo che nel 2008 era rimasto coinvolto nell'operazione antimafia Hercules ed era stato condannato a sei anni di reclusione.

Secondo la prima ricostruzione data dalle forze dell'ordine, la vittima sarebbe stata avvicinata da un killer, a quanto pare a bordo di un motorino. Il killer era dotato di arma da fuoco e avrebbe così cominciato a sparargli addosso, ferendolo alle braccia e all'addome. Nonostante le gravi ferite, l'uomo è riuscito a chiedere aiuto e farsi portare in ospedale. A dargli il primo soccorso è stata una donna la cui automobile è stata raggiunta da quattro colpi di pistola. La signora lo ha accompagnato al pronto soccorso e i medici, dopo aver costatato la gravità delle sue ferite, lo hanno sottoposto ad un lungo intervento chirurgico. 

L'agguato è avvenuto intorno alle 21 del 4 novembre, mentre l'uomo si trovava sotto la sua abitazione al quartiere Fondo Gesù. In quell'ora molta gente si trovava ancora per strada ed ha assistito al tragico evento.

I migliori video del giorno

Di recente la vittima aveva anche ricevuto una condanna per un furto. Dalle indagini degli investigatori non è ancora emerso il movente dell'agguato e dunque non sappiamo cosa abbia spinto il killer a tale gesto. A quanto pare però non si trattava di affari puliti. Ulteriori indagini da parte delle forze dell'ordine sono ancora in corso e altri dettagli emergeranno a breve. In attesa di nuove informazioni e di ulteriori sviluppi, vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui posto in alto,accanto al nome dell'autore dell'articolo.