Continuano gli attacchi terroristici di matrice islamica. Teatro dell'ennesimo attentato è l'hotel Radisson Blue di Bamako. Per il momento, la situazione è molto fluida e non è facile capire la dinamica dell'attacco. Ad essere certo, invece, è il fatto che l'hotel è stato letteralmente sbarrato dai terroristi che hanno consentito solo ad 80 persone di lasciare l'edificio. Stando a quanto dichiarato dalla società che gestisce l'hotel, tra gli ostaggi vi erano 140 ospiti e 30 membri dello staff. Tale informazione, però, è ancora tutta da verificare. Sembra, inoltre, che si siano sentiti chiaramente colpi d'arma da fuoco provenire dal settimo piano della struttura.

Una decina i terroristi coinvolti.

Attentato in Mali: tra gli ostaggi ci sono anche cittadini francesi

Nonostante sia molto difficile riuscire ad avere un quadro completo della situazione, pare che tra gli ostaggi vi siano anche cittadini francesi e cinesi e, addirittura, alcuni militari dell'ONU. Anche in questo caso, però, le informazioni sono tutte da verificare. Per adesso, le vittime dovrebbero essere 4. Gli agenti di polizia schierati fuori dall'albergo si stanno adoperando per creare un cordone di sicurezza intorno all'area. La tensione è altissima soprattutto alla luce di quanto accaduto a Parigi lo scorso 13 novembre ed il Presidente del Mali non ha tardato a condannare l'attacco definendolo 'un atto barbaro che non ha nulla a che fare con la religione'. Dal canto suo, Hollande si è detto vicino al Mali ed ha inviato 50 teste di cuoio alla volta di Bamako.

I migliori video del giorno

Allarme terrorismo: paura anche in Europa

La psicosi del terrorismo sta avendo la meglio sui cittadini di tutta Europa. In queste ore, nessuno si sente al sicuro e le segnalazioni stanno crescendo esponenzialmente. Nelle ultime ore, il Primo Ministro francese Manuel Valls ha fatto presente che vi è anche il rischio dell'utilizzo da parte dei terroristi di armi chimiche. Lo stato di allerta è al massimo livello in tutti gli Stati e sono in molti ad invocare la chiusura delle frontiere. Nessuna notizia, invece, dell'attentatore di Parigi che pare possa aver trovato rifugio a Bruxelles.