A Rozzano nel milanese è accaduto un episodio che per alcuni genitori è a dir poco incomprensibile. L’istituto comprensivo Garofani di Rozzano (provincia di Milano), dopo la strage di Parigi che ha causato diversi morti voluti dall’Isis, ha deciso di togliere il crocifisso dalle aule e di rinviare il concerto di Natale. Tutto questo in nome della laicità e del rispetto di tutti contro ogni forma di terrorismo di qualsiasi natura. La scelta del dirigente di questo istituto comprensivo ha turbato diversi genitori pronti già a scrivere una lettera di protesta e ad adottare una linea dura contro una decisione considerata ingiusta per tutti. Ogni anno, come da tradizione, il concerto di Natale si è sempre svolto nel teatro del paese con l’esecuzione dei più suggestivi classici del periodo come ‘Tu scendi dalle stelle’ e ‘Adeste fideles’.

La reazione di Matteo Salvini. La reazione del leader della Lega Nord Matteo Salvini è stata imminente. Il leader politico, su radio Padania, ha ribadito che l’Italia non deve rinunciare alle proprie tradizioni favorendo quelle che non le appartengono se poi anche ‘sostenute’ dai terroristi che hanno causato la strage di Parigi. A seguire, dopo la replica di Salvini in radio, la canzone Tu scendi dalle stelle per ribadire il senso di appartenenza alle proprie tradizioni.

La Scuola replica al polverone. Il direttore amministrativo dell’istituto comprensivo Garofani ha risposto subito all’euro parlamentare sostenendo che i giornalisti hanno fatto un po’ di confusione nel riportare la cronaca dell'evento. Il preside invece ha confermato la sua posizione senza fare un passo indietro.

I migliori video del giorno

Le reazioni politiche. Barbara Agogliati, sindaco di Rozzano, si è dichiarata contraria a questa scelta chiedendo subito un incontro con il preside Marco Parma e ribadendo che, se l’istituto comprensivo non organizzerà la festa sarà il Comune ad occuparsene.

 La festa del Natale è stata comunque cancellata dalla scuola del bergamasco, cosa che ha suscitato un polverone di polemiche difficili da placare.