Nel processo per l'omicidio di Yara Gambirasio, durante la sedicesima udienza che vede protagonista il presunto assassino Massimo Bossetti, era emerso un nuovo colpo di scena che aveva aperto la strada ad un ulteriore giallo. Per la prima volta nel corso dell'inchiesta era stato fatto il nome di una misteriosa donna, Rosita Brena, il cui Dna mitocondriale andava a coincidere con una delle tracce pilifere ritrovate sul corpo della giovane vittima. Si trattava di un capello che era risultato incastrato tra il giubbino di Yara ed il terreno di Chignolo, dove il suo corpo senza vita fu ritrovato dopo alcuni mesi dalla sua scomparsa. Ma chi è Rosita Brena e cosa c'entra con il delitto di Yara Gambirasio?

A Pomeriggio Cinque la versione di Rosita Brena: ecco le news

Il mistero relativo al capello appartenente a Rosita Brena ed ancorato tra gli indumenti di Yara Gambirasio ed il terreno del campo di Chignolo, aveva rappresentato un vero colpo di scena nel corso dell'ultima udienza del processo.

L'identità della donna appariva un vero giallo e l'attenzione era andata immediatamente al suo cognome: esisteva una parentela tra Rosita e Silvia Brena? Quest’ultima, insegnante di ginnastica di Yara, avrebbe lasciato tracce del suo Dna sul polsino del giubbino della vittima. A svelare l'arcano è stata la trasmissione 'Pomeriggio Cinque', nel corso della puntata di lunedì 23 novembre.

Il programma di Canale 5, da sempre molto attento ai casi di Cronaca Nera del momento, è tornato a trattare il giallo di Yara Gambirasio e del misterioso capello. Mentre la difesa di Bossetti, dopo il nome di Rosita Brena, aveva annunciato grandi novità in arrivo (presumibilmente in favore del suo assistito), la stessa donna ha dato la sua versione alla giornalista della trasmissione. La Brena ha preferito non trasmettere la sua intervista ma ha rilasciato l'autorizzazione affinché venissero rese note le sue dichiarazioni.

I migliori video del giorno

Secondo le news che sono emerse tramite 'Pomeriggio Cinque', non esisterebbe alcun legame di parentela tra Rosita e Silvia Brena. 'Non ho parenti che si chiamano con questo nome. Non so neppure chi sia', ha dichiarato la donna. Ma come mai il suo capello sarebbe stato ritrovato sul corpo di Yara Gambirasio? Secondo la versione della donna, quello ritrovato non sarebbe un suo capello ma quello della figlia, nonché compagna di classe di Yara, finito sul suo giubbino probabilmente dopo un normale abbraccio tra amiche di scuola. 'La cosa più ovvia è questa', avrebbe aggiunto Rosita Brena, svelando così il giallo attorno alla sua identità. Per restare aggiornati sul caso Yara Gambirasio o per altre notizie di cronaca nera nazionale, vi consigliamo di cliccare su ‘Segui’ sopra il titolo.