Un risultato importante frutto di un intenso e faticoso negoziato. Ma alla fine ha permesso di salvare la vita a 25 persone. L'Isis ha rilasciato infatti 25 cristiani assiri sequestrati, insieme ad altre duecento persone, lo scorso febbraio in Siria. La notizia è stata diffusa dall'organizzazione Assyrian human rights network che ha commentato con soddisfazione gli esiti positivi del lungo negoziato tra la la Chiesa Assira ed il califfato. Gli ostaggi liberati, 16 bambini e 9 donne, sono stati trasferiti a Tal Tamr, città di maggioranza religiosa cristiana.

Liberati finora 148 ostaggi

Le trattative finora hanno permesso la liberazione di 148 delle oltre duecento persone sequestrate a febbraio.

È un sospiro di sollievo per un episodio che aveva fatto temere il peggio in diverse occasioni. Notizie non ufficiali, poi smentite dall’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, avevano infatti annunciato il possibile avvio di esecuzioni di massa tra gli ostaggi. Ancora oggi non è confermato il numero esatto delle persone sequestrate (si era addirittura parlato di 350) e non c’è nemmeno la certezza di quanti ostaggi siano stati passati per le armi.