Le cronache dei quotidiani calabresi si stanno occupando, in queste ore, di un drammatico evento accaduto in provincia di Crotone. Nella giornata di sabato 9 gennaio, è morto un uomo 38enne di Cirò Marina, mentre si trovava in bici in compagnia di due amici. La passione per la mountain bike è risultata fatale all'uomo che è caduto rovinosamente, battendo la testa con violenza e trovando la morte. A nulla è servito l'intervento degli uomini del 118, che hanno trovato il corpo del pasticcere già senza vita. Sul luogo suono giunti anche i carabinieri per far luce sulla dinamica dell'incidente.

Muore battendo la testa sull'asfalto

Dunque, in Calabria si registra un'altra vittima, ma stavolta non si tratta di uno dei tanti incidenti stradali che stanno occupando le prime pagine delle cronache locali, ma di un banale incidente in bici che si è trasformato in tragedia per un uomo di Cirò Marina.

Il 38enne, quand'è avvenuta la tragedia, si trovava presso il Comune di Melissa e stava percorrendo un sentiero a bordo della sua bicicletta. La passione per le due ruote è stata fatale per Cataldo Ippolito - così si chiamava la vittima - pasticcere noto nella cittadina crotonese che, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe caduto dalla sella della propria mountain bike, probabilmente a causa di un avvallamento presente sull'asfalto. L'uomo, rovinando al suolo, avrebbe battuto violentemente la testa sul fondo stradale, perdendo la vita.

Inutile l'intervento del 118

Sul luogo dell'incidente sono intervenuti immediatamente i mezzi di soccorso del 118 per cercare di salvare la vita al 38enne, ma tutto si è rivelato inutile: Cataldo Ippolito, al momento dell'arrivo dell'equipe medica, era già morto.

I migliori video del giorno

Anche le unità dei Carabinieri sono intervenute sul luogo per accertarsi dei fatti accaduti ed eseguire i rilievi del caso. Si sta cercando di ricostruire la dinamica dell'incidente che ha condotto l'uomo alla morte, così da accertarne le cause ed eventuali responsabilità. Ulteriori dettagli sulla tragedia emergeranno sicuramente a breve. In attesa di ulteriori informazioni, vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui in alto.