L'impatto enorme di una immigrazione incontrollata sta portando la Germania a cambiare volto. Dopo l'ordinanza sindacale che ha vietato ai maschi immigrati islamici di accedere alle piscine, sono adesso le donne tedesche a modificare le proprie abitudini per la paura di nuove molestie sessuale, come accaduto a Colonia quando migliaia di immigrati hanno molestato oltre 500 donne, secondo le denunce, mettendo in scena una 'usanza' islamica che si chiama taharrush jama'i.

Riporta l'Handelsblatt, quotidiano tedesco, che in tutta la Germania sono andare a ruba le 'armi non letali di difesa personale'. Si tratta nella maggior parte di spray al peperoncino, che sono acquistate in massima parte da donne ma non solo. Nelle maggiori città come Berlino, Stoccarda, Monaco, Amburgo, Dresda e Dusseldorf, i negozi di armi e oggetti per la difesa personale hanno comunicato di avere già esaurito le scorte anche del teaser, quell'arma che, quando attivata, rilascia potentissime scariche elettriche di migliaia di volt, capaci di bloccare qualunque aggressore.

Gli spray al peperoncino e i teaser, in Germania, non richiedono di particolari autorizzazioni pur se ufficialmente gli spray dovrebbero essere usati solo come misura di difesa contro gli animali. L'azienda Akah, che vende prodotti per la sicurezza, ha dichiarato di avere finito completamente le scorte di queste pistole teaser.

Prezzi popolari e sfide politiche

Abbordabili i prezzi di questi ausilii alla sicurezza. Gli spray al peperoncino si trovano ormai su internet ad un costo che va dai 5 ai 20€ secondo il quantitativo di peperoncino contenuto e se sono dotati di altri accessori, come esempio potenti sirene che possono essere attivate contemporaneamente allo spruzzo.

Più care invece le pistole teaser con prezzi che vanno da 70 a 100€, anche qui secondo la scarica di volt rilasciata durante l'uso.

I migliori video del giorno

Pistole teaser più abbordabili ma meno potenti si trovano anche su Amazon, con voltaggi inferiori e dal costo intorno le 20€. Queste ultime vengono suggerite come arma per 'provocare un momentaneo stato panico nell'aggressore ma non capaci di fermare un'aggressione'.

Una campagna per fornire alle donne tedesce questi oggetti di difesa personale è stata intrapresa dai militanti del gruppo politico Germania Identitaria, che nella città di Halle, Alta Sassonia, hanno distribuito gratuitamente bombolette di spray al peperoncino. E ciò in aperta polemica con la sindachessa di Colonia, Henriette Reker, che subito dopo i fatti di Colonia, invece di chiedere maggiori controllo sugli immigrati, richiamò le donne tedesche a 'cambiare atteggiamento'.