Oggi,  Venerdì 12 febbraio, sono state segnalate tre piccole scosse di Terremoto tra il ragusano e il siracusano: Le scosse sismiche, avvenute tra le ore 12,30 e le ore 14,10, sono state tra magnitudo 2.0 e 2.3. Si tratta di piccolissime scosse di assestamento che, generalmente, seguono sismi più importanti, come quello avvenuto giorno 8 febbraio di magnitudo 4.6 che ha preoccupato non poco i residenti del territorio Ibleo. Le scosse di assestamento di oggi hanno avuto sempre lo stesso epicentro, tra Giarratana e Palazzolo Acreide, ma il sisma non è stato avvertito se non a poca distanza dall’epicentro, appunto. È normale, dicono gli esperti, che la terra continui a tremare in maniera lieve dopo una scossa più importante, la segnalazione del sisma di oggi, registrato dall’’istituto nazionale di geofisica e Vulcanologia, arriva dopo 2 giorni di totale assenza di scosse.

Una zona a rischio sismico

In Provincia di Ragusa, intanto, l’allarme sembra rientrato, nei giorni scorsi sono stati predisposti dai Comuni di Ragusa e di Modica dei presidi da utilizzare per le emergenze, ma fortunatamente, ad oggi, la preoccupazione sembra rientrata e a freddo non sono stati registrati danni relativi alla scossa di qualche giorno fa. Purtroppo, quando si parla di terremoti, non ci sono certezze che tengano, non ci sono previsioni che possono ritenersi attendibili, bisogna affidarsi al caso e sperare solo che il rischio si sia allontanato. Come abbiamo detto in un articolo precedente ci sono dei segnali precursori come, ad esempio, la densità del radon, ma anche in questo caso le variabili sono talmente tante che non si può mai dare una indicazione con certezza e, se qualcuno prova a farlo, rischia di essere denunciato per allarmismo, l’Aquila insegna..

I migliori video del giorno

Non bisogna comunque mai dimenticare che il territorio ibleo, ma più in particolare la Sicilia Orientale, è un'area a forte rischio sismico e scosse di assestamento come quelle registrate oggi, entro cioè il magnitudo 2.5, sono molto frequenti.