Continuano i problemi per le 7 famiglie sfollate da un palazzo a Casoria, città della provincia di Napoli. Ora il Comune, attualmente commissariato, ha deciso di mettere fine all'ospitalità presso l'albergo dove vennero spostati offrendo loro un bonus di 500 euro. Ora a parlare è una donna, Assunta Mammalella, che stanca ed esasperata lancia un appello, chiede un aiuto ai leader dei principali partiti italiani, che sia la Lega Nord, il Movimento Cinque Stelle o Partito Democratico, un semplice ma rimbombante appello di "aiuto" in nome della solidarietà Italiana.

Pubblicità

La disperazione di una Mamma

Lei è Assunta, ma per gli amici si fa chiamare Susy, dopo aver protestato anche davanti al Comune di Casoria unitamente alle altre famiglie sfollate, si rivolge anche alla redazione di Blasting news in cerca di solidarietà ed un aiuto al fine di arrivare fino ai vertici politici Italiani. Susy racconta di essere moglie e mamma di due bambini, riceve un pensione di circa 290 euro mensili a causa dell'invalidità del marito ed è costretta, anche a causa dell'attuale crisi economica, a fare alcuni lavoretti per poter arrivare a stento a fine mese, dove si ritrovava, fino a poco tempo fa, a pagare un affitto di di 180 euro mensili presso il piccolo appartamento sito alla Via Nuova Padre Ludovico a Casoria (NA).

Attualmente non può fare rientro presso la propria abitazione perché dichiarata inagibile. Entro sabato 6 Febbraio dovranno lasciare l'albergo dove sono ospitati e verranno messi in strada unitamente ad altre 6 famiglie, poiché il Comune di Casoria a causa di un'omissione, probabilmente causata dai proprietari della palazzina pericolante, ha emesso un'ordinanza di sfratto esecutivo, offrendo come bonus 500 euro.

L a politica che fine ha fatto?

L'esasperazione e la rabbia di Susy continua:"sarò costretta a lasciare l'albergo e a dormire in strada, ho accettato il bonus di 500 euro datomi dal Comune perché mi sento con le spalle al muro, devo badare a mio marito che ha seri problemi di salute ed ho 2 figli a cui pensare, dove li farò dormire?" e continua: "ho chiesto che mi venga concessa una casa popolare, ma dicono che non ci sono, allo stesso tempo però mi stanno buttando in mezzo ad una strada senza alcuna pietà, dove sono i signori politici adesso? Ho bisogno di aiuto, sono disperata".

Pubblicità
I migliori video del giorno