Una terribile e sconcertante notizia di cronaca giunge dalla regione Calabria ed in particolare dalla provincia di Vibo Valentia. Qui è avvenuto un tragico incidente in cui si registrala morte di un uomo. Il signore aveva 79 anni e ha perso la vita tra le fiamme della sua vettura. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine e anche i servizi sanitari, ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare. Vediamo i primi dettagli che sono emersi.

Uomo bruciato nella sua moto ape

Un uomo di 79 anni di Mileto è stato vittima di un drammatico incidente. Il tutto è accaduto nella mattina del 15 aprile 2016 intorno alle ore 08:40.

Lo scontro è stato brutale. Si tratta di un frontale che ha coinvolto due vetture, ossia una Fiat Panda che proveniva da San Calogero e una moto ape. Il sinistro è avvenuto sulla strada statale 18 all'altezza del cimitero in direzione Rosarno. A bordo della Panda viaggiava un giovane ragazzo e per fortuna le sue condizioni non generano gravi preoccupazioni e gravi perplessità. Avrebbe riportato qualche lieve ferita, ma nulla di preoccupante. Non c'è stato nulla da fare invece per l'anziano, Antonino Vardaro, che è morto avvolto tra le fiamme. La sua moto ape, infatti, ha presofuoco in seguito al violento impatto. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, prontamente allertati persoccorrere le vittime, ma purtroppo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di Vardaro.

È stato necessario anche l'intervento dei vigili del fuoco per spegnere le fiamme che hanno avvolto il corpo dell'uomo e anche la vettura.

La ricostruzione della dinamica esatta è ora al vaglio deicarabinieri della stazione di Mileto. Le forze dell'ordine infatti stanno raccogliendo tutti gli elementi necessari per capire come siano andate esattamente le cose e per attribuire leresponsabilità del caso.

Nulla però potrà riportare indietro il povero anziano deceduto. Ulteriori dettagli sull'accaduto emergeranno senza dubbio nelle prossime ore. In attesa di saperne di più vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui posto in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!