Un terribile incidente è stato registrato nella serata dell'11 maggio 2016 nella regione Calabria. Il tutto è avvenuto sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria e l'impatto è stato tanto violento che stava per trasformarsi in una vera e propria tragedia. Nell'incidente sono state coinvolte due vetture e ci sono anche dei feriti. Vediamo nel dettaglio una prima ricostruzione di quanto accaduto effettuata dalle forze dell'ordine intervenute sul posto.

Pubblicità
Pubblicità

Uno scontro quasi frontale

Il tutto è accaduto nella sera dell'11 maggio 2016, sull'A3, nei pressi dello svincolo di Rosarno, provincia di Reggio Calabria. Le automobili coinvolte sono state due ossia un'Audi nera e una Toyota Avensis. Secondo quanto trapela dalle prime indiscrezioni, l'autista dell'Audi avrebbe effettuato una manovra alquanto pericolosa. Si tratta di un sorpasso azzardato che poteva trasformarsi in una tragedia. Nella corsia opposta infatti stava sopraggiungendo la Toyota Avensis che era guidata dal fotografo di Reggio Calabria, Paolo Chiriaco. Le due auto per fortuna sono riuscite ad evitare di scontrarsi frontalmente ma l'impatto tra le due è stato ovviamente inevitabile. Lo scontro è stato molto violento e infatti si contano anche dei feriti.

Feriti con contusioni e fratture multiple

Sul posto è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine e ovviamente dei soccorritori. I sanitari del 118, prontamente allertati, sono giunti immediatamente e hanno prestato le primi cure ai feriti. Subito sono stati trasportati presso l'ospedale più vicino che è quello di Gioia Tauro. Per fortuna le ferite non sono risultate molto gravi. I passeggeri della Toyota avrebbero riportato però diverse contusioni e anche fratture multiple.

Pubblicità

Sul posto è intervenuta la polizia stradale che ha raccolto tutti i dettagli rilevanti per poter ricostruire la dinamica dell'incidente e per poter attribuire le responsabilità del caso. Ulteriori dettagli sulla vicenda emergeranno ovviamente nelle prossime ore. In attesa di saperne di più vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui in alto accanto al nome dell'autore.

Leggi tutto