Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria e si tratta di un nuovo grave incidente. Dopo quello che stamane si è verificato nella provincia di Cosenza, in cui sono morte due giovani studentesse e rimaste ferite altre quattro persone, un altro sinistro si è verificato nella provincia di Crotone. Lo scontro è avvenuto nuovamente sulla strada statale 106, quella che è ormai considerata 'la strada della morte'. Il tutto è avvenuto nella giornata del 29 aprile, intorno alle 11:30 vicino l'aeroporto Sant'Anna. Vediamo i primi dettagli che sono emersi in seguito all'intervento delle forze dell'ordine.

Il bilancio è di quattroferiti

L'incidente è avvenuto sulla strada statale 106, dopo l'aeroporto Sant'Anna, nel tratto di strada che porta al bivio di Cutro. Le vetture coinvolte nell'incidente sono state ben quattro e dalle prime ricostruzioni emerge che una Renault Scenic viaggiava in direzione di Catanzaro e che si sarebbe scontrata contro una Volvo, che proseguiva verso Crotone. Per il forte impatto, una Fiat Punto sarebbe finita contro la Scenic che così è finita contro il guardrail. Anche una quarta vettura è stata coinvolta ossia una Lancia Y.

Ferito gravemente è un uomo di 45 anni che era a bordo della Renault e che è stato trasportato d'urgenza all'ospedale San Giovanni di Dio. Necessario è stato l'intervento dei sanitari del 118 per i conducenti delle altre tre vetture. In totale si contano dunque quattro feriti.

Code lunghe diversi chilometri

Oltre agli operatori del 118, sul posto sono intervenuti anche gli operatori dell'Anas che hanno provveduto a mettere in sicurezza la carreggiata stradale e a ripristinare la circolazione. Il traffico infatti aveva subito del grandi rallentamenti con code di qualche chilometro per diverse ore.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Cronaca Nera

Sul posto sono poi intervenuti anche i militari della polizia e dei carabinieri per raccogliere tutti gli elementi necessari per ricostruire la dinamica dell'incidente e attribuire le responsabilità del caso. Ulteriori dettagli emergeranno nelle prossime ore. In attesa di saperne di più vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui in alto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto