Annuncio
Annuncio

E' stato ritrovato vivo Yamato Tannoka  il bambino di 7 anni abbandonato per  punizione dai genitori ai margini di un bosco, nei pressi della città di Hokkaido, nel Giappone del Nord. Il piccolo è al centro di una vicenda che nel paese del sol Levante ha scatenato forti polemiche sul ruolo della disciplina nell'educazione dei figli.

La punizione 

Il bambino era stato sorpreso dai genitori a lanciare  sassi contro delle auto e per punirlo per il gesto, al ritorno da una gita, sabato scorso, è stato abbandonato ai margini di un bosco.

I genitori dopo averlo fatto scendere dall'auto sono ripartiti lasciando il piccolo da solo. Secondo quanto dichiarato dai genitori, sarebbero tornati subito dopo ma del bambino non v'era più traccia e quindi sono stati, poi, allarmati i soccorsi.

Advertisement

In un primo momento, i genitori hanno sostenuto di averlo solo perso di vista mentre raccoglievano frutta nel bosco, poi hanno dovuto ammettere di averlo lasciato da solo intenzionalmente.

Le ricerche

Le ricerche sono partite sabato 30 Maggio e hanno interessato la zona del bosco dove è stato lasciato il piccolo. La foresta che si snoda alle pendici del Monte Komagatake è un habitat naturale per gli orsi bruni ed è caratterizzata da temperature fredde durante la notte, per questo si temeva per la vita del bambino che era stato lasciato senza viveri e vestito in modo piuttosto leggero. Dopo che circa 80 uomini della polizia locale si sono altrettanti per giorni, sono stati raggiunti dall'esercito giapponese che ha dispiegato circa 200 uomini. Yamato è stato trovato dopo 6 giorni di ricerche proprio in un capanno dell'esercito nel bosco che serve per le esercitazioni. Era affamato e leggermente disidratato, ha chiesto al soldato di poter avere delle polpette di riso.

Advertisement
I migliori video del giorno

E' stato poi accompagnato all'ospedale per dei controlli, ma a parte lo spavento sembra non aver riportato alcun danno da questa brutta avventura.

Le scuse dei genitori

Il papà di Yamato ha chiesto scusa pubblicamente per aver recato tanto disturbo e per il suo comportamento che ha creato e messo in pericolo la vita del suo bambino. Secondo la legge giapponese, entrambi i genitori potrebbero essere messi sotto accusa per negligenza. Singolare come le scuse del padre siano per il disturbo arrecato agli altri, quasi a sottolineare che sia più importante non dare fastidio pubblicamente che preoccuparsi per quello che si è fatto privatamente. Secondo la legge morale il padre e la madre di Yamato avranno da scontare una pena ed un giudizio molto più severi.