Secondo quanto dichiarato dalla Farnesina, l’Italia ha accettato l’istanza di Fayiz Ahmad Yahia Suleiman, cittadino yemenita detenuto a Guantanamo, di essere accolto in Italia per motivi umanitari.

Chi è il combattente jihadista prigioniero diGuantamano?

Fayiz Ahmad Yahia Suleiman, 41 anni, è detenuto da oltre 14 anni, nella prigione statunitese, dove vennero rinchiusi i talebani accusati di far parte di al Qaeda. Nel 2008 era stato considerato dal governo degli stati uniti come personaggio altamente pericoloso per gli usa e per i suoi alleati, e membro combattente di al Qaeda.

Secondo quanto si legge nel rapporto, segreto e da non mostrare ai cittadini stranieri, firmato dall’ammiraglio Mark H. Buzby, Suleiman è stato addestrato nel campo di al Qaeda di Al-Faruq, è specializzato nell’uso di veleni, ed ha combattuto, come mussulmano straniero a fianco dei Bosniaci islamici, durante la guerra nella ex Jugoslavia, in stretto rapporto con Abu Zubayr al-Haili, comandante bosniaco e operativo di al Qaeda.

Unaprigionedi massima sicurezza per i combattenti jihadisti

Guantanamo è la base Usa a Cuba dove a partire dal 2002, per volontà dell’allora presidente degli Stati Uniti George W. Bush, vennero condotti i prigionieri coinvolti in attività terrroristiche.La chiusura della base è stata fortemente voluta da Barak Obama che nel giorno del suo insediamento come presidente degli Stati Uniti d’America, promise solennemente di chiudere il campo di prigionia, decisione fortemente ostacolata dai democratici, che hanno sempre boicottato la volontà del presidente di trasferire gli ex detenuti negli Usa.

Secondo le statistiche fornite dalla stessa amministrazione di Obama, il 13% dei prigionieridi Guantanamo, una volta liberati, ha ripreso le armi e, tra questi, quattordici combattenti jihadistihanno partecipato ad attacchi terroristici in cui sono morti degli americani.

La decisione del governo italiano di accogliere un combattente jihadistaè in linea con la dichiarazione congiunta UE-USA del 15 giugno 2009 a sostegno dello smantellamento del carcere di Guantanamoe con la Dichiarazione della Commissione Europea dell’aprile 2013, infattigià2009 due tunisini sospettati di essere dei combattenti di al Qaedasono stati trasferiti in Italia,

Il governo americano ha dichiarato di essere grato al nostro Paeseper la decisione di accogliereun prigioniero di Guantanamo e per il sostegno offerto nel processo di chiusura della base.

Per ricevere gli aggiornamenti su questo articoloe su altri articolidi cronaca,il suggerimento è di commentare, e poi dicliccare sul tasto "Segui" in alto, sopra il titolo della news.

Segui la nostra pagina Facebook!