Un epilogo veramente triste quello riservato aBeau Solomon Jordan, lo studente americano scomparso giovedì scorso a Roma, dopo una serata con il compagno di stanza a Trastevere. Il ragazzo, di soli vent'anni, era arrivato giovedì stessonella Capitale per frequentare un corso di aggiornamento alla prestigiosaprestigiosa John Cabot University, ed era uscito per bere una birra a Piazza Trilussa, luogo di ritrovo di numerosi giovani. Il coinquilino ha riferito che il giovane si è allontanato per andare in bagno all'interno di un locale e non è più tornato; l'indomani mattina, non vedendolo in stanza, ha chiamato i soccorsi.

Il ritrovamento del corpo

Il corpo del ragazzo è stato ripescato questa mattina dai pompieri nel Tevere, vicino al Ponte Marconi. Il giovane,che viveva con la sua famiglia nella cittadina di Spring Green, vicino a Madison (capitale dello stato del Wisconsin),era una promessa del football: giocava, infatti, come quarteback. Il fratello ha detto alla stampa che da bambino Beau aveva lottato e sconfittouna rara forma di cancro, subendo numerosi cicli di chemioterapie: "È uscito fuori da tutto questo" - ha affermato il giovane, augurandosi che stesse bene.Invece ha dovuto patire anche una probabile aggressione: sul suo corpo sono state ritrovate numerose ferite ed ematomi.

C'erano anche evidenti macchie di sangue.

La carta di credito rubata

I genitori del ragazzo sono subito volati dal Wisconsin a Roma per sperare di riabbracciare il figlio. Purtroppo tutto è andato per il peggio. Ma cosa sarà successo giovedì notte? Una rapina finita male? Un'aggressione da parte di un gruppo di delinquenti?Sono adesso in corso le indaginiper capire chi, il giorno della scomparsa di Beau, abbia usato la sua carta di credito: sono stati spesi ben 1.500 dollari in vari negozi di Milano.

Gli investigatori passeranno in rassegnale immagini della videosorveglianza di negozi e centri commerciali dove risulteranno tutte letransazioni effettuati con la carta rubata alla vittima.

Segui la nostra pagina Facebook!