Cosa è la guerra e cosa comporta per la popolazione civile?Se si volesse indagare a fondo e provare a rispondere a questo quesito basterebbe mostrare una fotografia della situazione attuale della città di Aleppo, in Siria, diventata ormai il simbolo di una guerra civile senza esclusione di colpi che va avanti ormai dal lontano marzo 2011.

Viene colpito dai bombardamenti tutto senza risparmiare niente: ospedali, case e civili inermi.Tutta la zona di Aleppo è da quasi un mese sotto assedio per l’offensiva delle forze fedeli ad Assad che vogliono riconquistarla ai ribelli e proprio in quelle aree vivono circa due milioni di civili che a causa dei bombardamenti degli ultimi giorni sono stati privati di acqua ed elettricità.

La tregua chiesta dall'ONU

Proprio a fronte di una popolazione ormai ridotta allo stremo dai bombardamenti e dal'assenza dei beni primari di sopravvivenza l'ONU aveva richiesto una tregua umanitaria di 48 ore per permettere almeno di soccorrere i civili, vittime innocenti della contesa. In tutta risposta è la Russiaad offrire una tregua di 3 ore al giorno per permettere agli aiuti di raggiungere le persone in difficoltà, segno evidente che la guerra non può permettersi di prendere nemmeno un giorno di ferie.

3 ore al giorno che ovviamente non vengono ritenute sufficienti da Stephen O’Brien, coordinatore degli interventi umanitari dell’ONU, che sottolinea "la necessitàper un cessate il fuoco lungo due giorni".

Utilizzo di armi chimiche sui civili

Non bastasse tutto il quadro presentato precedentemente, le forze ribelli hanno accusato il governo di Assad di aver gettato sui civili, durante un bombardamento, delle bombe contenenti gas al cloro che avrebbero provocato la morte di una donna e dei suoi due figli di giovane età.

La notizia è stata diffusa dalla televisione Al Jazeera esubito dopo sono arrivate le smentite da parte delle fonti vicine al governo di Assad. Non è dello stesso parere però l’inviato Onu in Siria, Staffan de Mistura: "Vi sono molte prove sul fatto che vi sia stato un attacco con barili bomba al cloro sulla città di Aleppo -dichiara de Mistura-. Stiamo indagando e se verrà confermato saremmo di fronte ad un crimine di guerra”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto