Un bambino di un anno e mezzo è stato sbranato dai due cani di casa, una coppia di dogo argentino che secondo i racconti non avevano mai manifestato segni di aggressività. La mamma ha cercato in tutti i modi di strappare il piccolo dalla ferocia dei due cani, ma ogni suo tentativo è stato inutile ed il piccolo è deceduto poco dopo, mentre leiè stata ferita ad un polpaccio.

Bambino solocon due dogo argentino

La tragedia è avvenuta ieri a Mascalucia nel Catanese, all'interno di una villetta familiare, dove viveva il piccolo con i suoi genitori e i due cani di razza dogo argentino, regolarmente detenuti dalla famiglia.

Al momento dell'aggressione, secondo alcune testimonianze dei vicini, sembra che il bambinosi trovasse da solo in giardino insieme ai due cani, e che la madre sia intervenuta per difendere il figlio solo dopo aver udito le grida di una vicina di casa, che si è messa ad urlare non appena èiniziato l'attacco da parte dei due dogo argentino.

La mamma del bambino è stata iscritta nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio colposo, un atto dovuto per poter procedere con l'autopsia del piccolo e poter accertare eventuali comportamenti negligenti da parte della donna. I due cani sono stati immediatamente sequestrati e trasferiti al canile sanitario in attesa di verificarele causeche hanno portato all'aggressione.

Il Dogo Argentino è un cane pericoloso?

Secondo quanto sostenuto dalla Codacons, sembra di si, e chiede la riapertura della lista delle diciassette razze pericolose, che era stata creata dall'ex ministro Sirchia, e successivamente abolita, edun patentino obbligatorio per chi possiede cani potenti e pericolosi.

Da esperienza personale posso affermare che non esistono cani pericolosi, esistono cani per i quali a causa della loro stazza e potenza possono essere in caso di aggressione più dannosi di altri cani, maqualsiasicane, se non correttamente gestito dal proprietario può essere potenzialmente pericoloso e artefice di aggressioni, pertanto sonodel parere che la lista dei cani pericolosi non serva a nulla, mentre sarebbe molto utile un patentino obbligatorio per i tutti i possessori di cani.

Nel caso specifico, il bambino non doveva essere per nessun motivo lasciato da solo incustodito con due cani, poichè anche il cane dall'apparenza più mite e dall'indole più docile può avere delle reazioni dettate dal suo istinto di predatore, così come non bisognerebbe mai urlare quando i cani litigano o in caso di aggressione, poichè l'urlo eccita il cane e quindi si va astimolare edintensificare la reazione aggressiva. E' bene ricordare inoltre cheesseri umani e cani pur essendo entrambi mammiferi appartengono a speci differenti e che pertanto le reazioni dei cani non possono esserele stesse dell'uomo.

Per ricevere gli aggiornamentisu questo articoloe su altriarticoli inerenti il mondo degli animali,il suggerimento è di commentare, e poi dicliccare sul tasto "Segui" in alto, sopra il titolo della news

Segui la nostra pagina Facebook!