Cosa fare durante un terremoto? A diffondere il vademecum è la protezione civile anche attraverso il sito internet istituzionale. Durante il sisma, se si è in un luogo chiuso, è molto importante mettersi “sotto una trave, nel vano di una porta o vicino a una parete portante". Occorre prestare attenzione a intonaco, controsoffitti e altro. Meglio evitare l'ascensore, a rischio di blocco improvviso. Ma cosa fare prima? A volte, con il consiglio di un tecnico, "basta rinforzare i muri portanti".

"La sicurezza dipende dalla casa"

Occorre sapere, si legge sulle pagine telematiche della Protezione civile, che "l'Italia è un Paese sismico" e che "la sicurezza dipende soprattutto dalla casa in cui abitate".

Pubblicità

Cosa succede a un edificio? Una scossa causa "oscillazioni”, che possono essere più o meno forti. Quelle "più dannose sono orizzontali". Quando avverrà il prossimo terremoto? "Nessuno può saperlo”. Potrebbe verificarsi “in qualsiasi momento”. Dopo un terremoto, assicurarsi sempre dello stato di salute delle persone che ci stanno attorno e, se necessario, prestare immediatamente i primi soccorsi.