Il 9 settembre scorso alle ore 09:30 locali le stazioni sismografiche hanno rilevato un brevissimo terremoto di magnitudo 5.3 localizzato nel settentrione della Corea del nord. Un segnale inequivocabile dalle viscere della terra; la Corea del nord ha effettuato un altro test nucleare sotterraneo. Dall'intensità è stato possibile risalire alla potenza dell'ordigno pari a 10 kilotoni. Se si considera che il primo test nucleare della isolata nazione asiatica aveva una potenza di circa 1 kilotone è evidente che assistiamo a un incremento progressivo della potenza distruttiva degli ordigni.

L'attuale governo della Corea del nord, oscuro e tirannico, è diventato una minaccia alla stabilità mondiale creando tensioni sempre più forti. La vicinanza con la Cina, la presenza delle forze armate degli Stati Uniti in Corea del sud e l'insofferenza delle nazioni della regione rendono la situazione molto pericolosa. Non dimentichiamo che una crisi militare in un'area che attualmente muove l'intera economia mondiale potrebbe degenerare in una crisi economica e finanziaria globale in grado di coinvolgere l'intero pianeta.

Piccole e letali

Le testate nucleari nordcoreane sono di dimensioni ridotte e relativamente leggere. Possono essere montate su missili tattici, già presenti nell'arsenale delle forze armate della Corea del nord, lanciabili da sottomarini o in superficie da rampe mobili posizionate su appositi veicoli. Gli Stati Uniti hanno annunciato, con lo scopo di proteggere l'intera regione, lo schieramento in Corea del sud di appositi sistemi antimissile; l'incremento della presenza militare statunitense è però poco gradito alla Cina e questo potrebbe essere l'innesco di attriti internazionali.

Tecnologia nonostante gli embarghi

Nonostante risoluzioni delle Nazioni Unite ed embarghi internazionali la Corea del nord continua ad importare materiali e tecnologie per lo sviluppo e la produzione di armi nucleari; è, per ora, un fumoso mistero capire quali gruppi industriali o governi intrattengono rapporti di affari con lo spietato regime a capo della Corea del nord. La vicenda presenta anche aspetti ambientali ambigui.

Infatti i test nucleari sotterranei avvengono al centro di una area che presenta un elevato rischio sismico. Un dettaglio insignificante per uno stato che non rispetta la vita dei propri cittadini. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto