È iniziato dodici anni fa, nel 2004, il progetto di riqualificazione del World Trade Center, l'area sulla quale si ergevano i due colossi dell'architettura moderna, ovvero le Tori Gemelle, andati distrutti dopo il tragico attentato dell'11 settembre 2001. Fu da allora che a quel posto, un tempo cuore della vita di Manhattan, venne dato il nome di Ground Zero, termine originariamente utilizzato per identificare il luogo di esplosione di un ordigno atomico.

Dopo la tristecaduta ecco il lento risorgere, non solo di una parte di città, ma un di un vero e proprio pezzo di civiltà. Superare un terribile ricordo senza dimenticarlo, ridandonuova vita e splendore a ciò che è andato distrutto. Questo l'obiettivo posto daDaniel Libeskind, architetto polacco naturalizzato americano,a cui venne affidato il compito di ridisegnare l'area in questione.

Risorgere dalle ceneri

Il masterplan elaboratoda Daniel Libeskind ha portato, dal giorno in cui sono iniziati i lavori sino ad oggi, alla costruzione di un complesso polifunzionale, caratterizzato da una serie di importantiopere architettoniche.

Fra le principali ricordiamo laOne World Trade Center,meglio nota come Freedom Tower, la 4 WTC Tower, la 7 WTC Towered ilNational September 11 Memorial & Museum. Proprio quest'anno sonostati inoltre inaugurati ilWorld Trade Center Transportation Hubed il World Trade CenterMall. I singoli progetti sono stati realizzati grazie alla collaborazione con diversi studid'architettura, i quali hanno seguito il masterplane la supervisione di Libeskind.

L'ultimo progetto previsto per il nuovo complesso del nuovo World Trade Center,presentato qualche giorno fa al pubblico, è ilPerelman Center, un centro artistico che ospiterà al suo interno musica, danza, teatro e cinema, dando vita a quello che per lacittà di New York sarà un nuovo cuore culturale. Quest'opera rappresenterà per la Lower Manhattan, quello che il Lincoln Center for the Performing Artsrappresenta per l'Upper Manhattan.

L'edificio sarà situato tra la Freedom Tower, ilNational September 11 Memorial & Museumed ilWorld Trade Center Transportation Hubedavrà la forma di un cubo. Sarà rivestito con un marmo traslucido, il quale di notte assumerà un colore dorato, conferendoalla struttura un effetto di fascinoe mistero, così come dichiarato da Joshua Prince-Ramus, l'architetto artefice del disegno. Si tratta dello stesso materiale utilizzato per l'edificio dellaCorte Suprema ed il Thomas Jefferson Memorial di Washington.

Altra caratteristica fondamentale di questo nuovo centro culturale,il cui costo totale di realizzazione si aggira intorno ai 250 milioni di euro,sarà la flessibilità dei suoi spazi interni. Infatti, in occasione di eventi importanti, i tre auditori di cui è dotato potranno essere combinati, dando origine ad uno spazio in grado di ospitare più di mille persone. Come dichiarato da Libeskind, il Perelman Center,rappresenterà il trionfo della vita sul male, nonché una grande prova di democrazia e libertà.

Con questo ultimo progetto potrà infine dirsi concluso il duro percorsoiniziato dodici anni,grazieagli sforzi compiuti dall'uomoper darenuova vita ad unspazio devastato dalla violenzaed una nuova speranza atutti coloro che hanno vissuto il dramma dell'11 settembre 2001.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto