Il 'gigante' dei fast food McDonald's sta per aprire un nuovo locale a Roma, precisamente in Vaticano. La decisione, però, non va giù ai residenti di Borgo Pio e ai cardinali che vivono nel condominio in cui aprirà il nuovo McDonald's. Gli abitanti di Borgo Pio hanno paura che l'apertura del locale sconvolgerà la tranquilla vita del Rione, alterandone le sue tipiche caratteristiche. Lo stesso pensano i cardinali, che tra l'altro hanno recentemente speso molto per ristrutturare lo stabile. 

Un piano terra a pochi metri da San Pietro

Negozianti, residenti e cardinali di Borgo Pio si schierano contro McDonald's, colosso americano che è riuscito a prendere in affitto un grosso piano terra a pochi metri da San Pietro, in un palazzo storico.

Nello stabile, al secondo piano, ha vissuto anche il Papa emerito Joseph Ratzinger. Il piano terra è rimasto vuoto per molto tempo. Prima c'era una banca; poi la filiale è stata chiusa e, visto il canone di locazione salatissimo, nessun negoziante od altra realtà imprenditoriale del posto è riuscita ad 'insediarsi' in tale location prestigiosa. McDonald's, però, non ha problemi di denaro ed ora sta per inaugurare l'ennesimo locale nella Capitale. I residente di Borgo Pio protestano per il caos che l'apertura di un locale del genere potrebbe causare nel rione; i cardinali, invece, sono furiosi perché, ultimamente, hanno dovuto spendere molto per la ristrutturazione della palazzina e della canna fumaria. McDonald's dovrà versare il canone di locazione all'Apsa (Amministrazione del patrimonio della sede apostolica).

I migliori video del giorno

A tale ente, tempo fa, i cardinali avevano inviato una lettera per ottenere delucidazioni riguardo al costo sostenuto per migliorare l'immobile. Di tali migliorie, ovviamente, ne beneficerà anche McDonald's. 

McDonald's ha preso in affitto un locale di 538 mq

Il locale preso in affitto da McDonald's in Vaticano è di 538 mq. Sembra che il canone di affitto che il 'colosso' dei fast food debba versare mensilmente all'Apsa sia di diverse decine di migliaia di euro. Una somma esorbitante che, finora, aveva costituito un deterrente per gli imprenditori del posto. I cardinali, tra cui Castrillon Hoyos, Versaldi e Agustoni contestano il fatto che loro hanno dovuto sborsare molto denaro per il restauro del palazzo e Apsa incassa solo denaro. 

Si vocifera che McDonald's Development Italy abbia fatto una mega proposta all'Apsa, superiore di 3 volte rispetto a quelle ricevute dagli altri interessati. L'ente vaticano proprietario dello stabile non ha potuto rifiutare una proposta del genere, quindi a breve McDonald's inizierà a somministrare hamburger e patatine fritte anche in Vaticano.

C'è un problema però: la canna fumaria realizzata in tale palazzo viola la normativa italiana. In sostanza, la legge italiana non permette la creazione di strutture del genere nel rione Borgo Pio. La palazzina in questione, inoltre, pur essendo di proprietà del Vaticano non beneficia dell'extraterritorialità perché i locali non sono destinati ad uso ufficio ma abitativo. 

McDonald's, dunque, sta per aprire un nuovo locale in uno dei punti più affascinanti di Roma tra mille polemiche.