Uno sciame sismico si è manifestato in queste ore in Grecia, con scosse fino a 5.3 gradi di magnitudo. La scossa di Terremoto più forte si è verificata alle ore 22.14. Il movimento tellurico è stato avvertito anche nel Sud Italia, Campania, Molise, Sicilia, in particolare in Puglia e in Basilicata, tant'è che diverse persone, soprattutto nel Salento, avvertito il terremoto, sono uscite fuori dalle proprie abitazioni, prese dalla paura per quanto stesse accadendo. Fortunatamente non sono stati segnalati danni, gli edifici si sono mossi, i candelabri hanno iniziato a ondeggiare e i mobili scricchiolavano, ma nessuna conseguenza.

Nella notte 8 scosse sismiche

A quella prima scossa ne sono seguite altre di media intensità, anch'esse avvertite in sud Italia.

Alle 2.10 la seconda scossa, di magnitudo 4.6, quindi alle 2.41 il terzo movimento tellurico, di magnitudo 4.8. Neanche 7 minuti e si verifica la quarta scossa, di magnitudo 4.9.

Dopo circa mezzora, alle 3.16, i sismografi rilevano la quinta scossa, di intensità 4.7. Alle 4.18 si verifica un altro evento sismico, di magnitudo 4.4, seguito, dopo appena 3 minuti, da una scossa di 4.9, ma con epicentro un po' più “esterno” rispetto alle precedenti, sul confine Grecia-Albania.

Ancora di magnitudo 4.9 è stata l'ultima scossa finora registrata nell'area ed è avvenuta alle ore 5.40.

La scossa più superficiale è stata localizzata a circa 10 chilometri di distanza, mentre l'ipocentro più profondo è stato localizzato a quasi 35 chilometri. La prima scossa di terremoto, che è stata anche la più intensa, ha registrato l'ipocentro a 19.8 chilometri.

I migliori video del giorno

Terremoto avvertito in particolar modo nel Salento

Tutte le scosse di questo sciame sismico sono state avvertite anche in Puglia e in altre regioni del sud. La zona italiana più vicina all'epicentro dello sciame è il Salento, la cui costa dista circa 180 chilometri. E' per questa ragione che gli abitanti del sud della Puglia hanno avvertito più di tutti l'onda sismica.

Nemmeno in Grecia non sarebbero stati segnalati danni a cose o persone, ma solo paura e preoccupazione. Ma nel Paese d'oltremare l'allerta rimane alta.

Scosse di terremoto anche nel centro Italia

Anche nel centro Italia, in mattinata, sono state registrate delle scosse di terremoto, con epicentro a Norcia. La prima lieve, di magnitudo 2.1, si è verificata alle ore 6.39, la seconda più intensa, di 3.0 su scala Richter, è avvenuta alle 9.48.

La più intensa è delle 11.32, pari magnitudo 4.1. La profondità delle scosse è stata localizzata rispettivamente 9.7, 9.4 e 9.6 chilometri. Nessun danno sarebbe stato segnalato.