A due giorni di distanza dalla batosta referendaria, i personaggi vip che durante la campagna elettorale hanno messo la faccia a sostegno del comitato "Basta un sì" ora battono in ritirata. Secondo indiscrezioni riportate da Claudio Cartaldo su ilgiornale.it, che a sua volta cita il Corriere, qualcuno si starebbe muovendo per far rimuovere il proprio nome dal sito a sostegno della riforma costituzionale bocciata dagli italiani.

I vip cercano di defilarsi

Il nome di chi si sarebbe mosso per scomparire dall'elenco degli sconfitti non è stato reso noto, ma stando a quanto riportato non avrebbe perso tempo. "Capisco che non è il momento più appropriato per domandarlo, ma sapete fino a quando resterà online il sito di Basta un sì?", avrebbe chiesto un vip tra quelli inseriti sul sito come testimonial.

La voglia di mettersi questa esperienza alle spalle oltre all'imbarazzo potrebbe essere dettata anche dal timore che aver sostenuto la riforma di Renzi possa avere ripercussioni di natura lavorativa, irritando una parte dei fan.

Caccia aperta ai sostenitori del referendum

Dopo la netta vittoria del No sui social network è partita la festa dei sostenitori del No, con numerosi post dedicati alla vittoria ed i classici meme e "sfottò" dedicati agli sconfitti. Ma c'è anche chi si spinge a rimproverare chi ha sostenuto le ragioni del Sì; e se c'è chi rivolge critiche costruttive, non mancano coloro che rivolgono insulti. Il giornalista Michele Santoro, da cui molti si sarebbero aspettati una posizione a sostegno del No, ha ricevuto critiche da più parti, tra cui la sua ex collaboratrice Luisella Costamagna.

I migliori video del giorno

Il toto nomi per il dopo Renzi

Nel frattempo impazza il toto nomi per il nuovo governo che sarà chiamato a formare il successore di Matteo Renzi. Tra i nomi che circolano ci sono quelli del ministro Padoan e del Presidente del Senato Piero Grasso. Ma tra i papabili potrebbero esserci anche Delrio, Gentiloni e Franceschini. Ma tra i nomi emersi anche quelli di alcuni "sempreverdi" della politica, come Prodi e Amato.