A poco meno di cinquantacinque anni di distanza da quel 5 Agosto 1962 in cui la famosa showgirl fu trovata cadavere a 36 anni sua casa di Brentwood, a Los Angeles, la vicenda continua a fare parlare di sè. Secondo la "versione ufficiale" Marilyn Monroe sarebbe morta a causa di un'overdose di pastiglie, e nonostante il corpo fosse stato ritrovato nella camera da letto chiusa dall'interno, da sempre sulla natura del decesso sono state avanzate teorie "complottiste", mai suffragate da prove tangibili.

Questa volta però a far tornare d'attualità il caso sono le sconcertanti dichiarazioni di un ex agente della Cia, che alla veneranda età di 78 anni, sul letto di morte avrebbe ammesso di aver ucciso personalmente la donna.

Le sconvolgenti rivelazioni dell'ex agente

Ad addebitarsi l'omicidio di Marilyn Monroe è Normand Hodges, agente della CIA in pensione, che ormai in fin di vita ha rilasciato delle dichiarazioni clamorose.

L'uomo sostiene di avere assassinato la showgirl, e spiega anche i motivi che avrebbero spinto l'intelligence americana a volerla togliere di mezzo. Secondo Hodges la Cia aveva scoperto che la soubrette oltre che con Kennedy avrebbe avuto una relazione anche con il dittatore cubano Fidel Castro. L'uomo sostiene di aver ricevuto l'ordine di sopprimerla, organizzando una messinscena per fare sembrare il decesso dovuto ad un suicidio o comunque un'overdose.

L'ex agente della Cia sostiene di aver commesso ben 37 omicidi nel corso della sua carriera, tra il 1959 ed il 1972, e tra questi quello di Marilyn Monroe, unica donna della lista.

Nessun segno di pentimento

Le rivelazioni - la cui veridicità è tutta da verificare - non sembrano comunque essere frutto di un pentimento. Hodges infatti sostiene di aver agito in nome degli interessi degli Stati Uniti, in quanto la donna avrebbe potuto fornire ai nemici comunisti informazioni importanti, "Non potevamo consentire che questo accadesse.

Doveva essere eliminata, ho fatto solo il mio dovere" ha affermato l'uomo.

L'uomo racconta la verità oppure è un mitomane? Difficile dirlo. Tuttavia le dichiarazioni dell'uomo non sembrano aver dato luogo a inchieste o indagini di nessun tipo. Ma la eclatante notizia seppure non rilanciata dai media main stream, sta comunque facendo il giro del mondo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto