Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria ed in particolare si tratta di un imprenditore che ha tentato il suicidio, nella sera del 20 febbraio 2017, in diretta sul social network Facebook. La protesta dell'uomo andava avanti da diverso tempo contro Equitalia e contro l'agenzia delle entrate. Vediamo i dettagli di quanto accaduto.

Tenta il suicidio in diretta sul social network

Roberto Corsi è un imprenditore del comune di Montalto Uffugo, che è ormai noto per le sue proteste contro lo Stato e in particolar modo contro l'Agenzia delle Entrate e contro Equitalia.

In un ultimo video ha detto: "Sono servite le mie battaglie, a lottare per voi. La soluzione più bella è quella di spegnersi lentamente”. L'uomo ha tentato di togliersi la vita ingerendo diversi farmaci. L'uomo si è chiuso in una stanza dell'abitazione della madre e ha fatto un video in diretta spiegando i suoi motivi. L'uomo parlava di abbandono da parte dello Stato nei confronti dei coloro che hanno necessità e bisogno di aiuto. L'uomo stava fumando una sigaretta spiegando che sarebbe stata l'ultima. Come riporta quicosenza.it, l'uomo accusa inoltre i carabinieri di non essere riusciti a 'sfondare la giustizia italiana'.

Di seguito il video Facebook della triste vicenda.

L'uomo ha così cominciato ad ingerire dei farmaci e ha continuato il suo messaggio dicendo che lo hanno istigato a togliersi la vita.

Gli utenti che guardavano il suo video lo incitavano a desistere, a non uccidersi. L'uomo dice inoltre che il giorno dopo avrebbe dovuto firmare un mutuo e perciò preferiva spegnersi. Aveva perso ormai ogni tipo di speranza. Era ormai convinto che non sarebbe più servito a nulla lottare. Nel suo video ha parlato anche dei suoi figli che definiva come la cosa che maggiormente avrebbe rimpianto.

Per fortuna i carabinieri sono stati subito allertati insieme ai sanitari del 118. L'uomo è stato subito aiutato e trasportato presso l'ospedale civile di Cosenza. Ulteriori dettagli sulla triste vicenda emergeranno a breve.