Un gravissimo incidente è stato registrato nella regione Sicilia ed in particolare a Calatabiano, al confine nord tra Catania e Messina. Si tratta di un incidente mortale in cui ha perso la vita un giovanissimo ragazzo di appena ventisette anni. Il ragazzo lascia una bambina di 10 mesi appena. Vediamo tutti i dettagli che sono emersi sulla tragedia.

Calatabiano, muore Giacomo Faraci, giovane di Fiumefreddo di Sicilia

Il gravissimo incidente è stato registrato nella notte tra il 15 e 16 maggio 2017 sulla strada statale 114.

Il giovane di ventisette anni viaggiava a bordo di una Vespa 150. Stando alle prime informazioni che sono state confermate dalle forze dell'ordine, il giovane avrebbe perso il controllo del mezzo cadendo rovinosamente sull'asfalto. Il ragazzo dopo la caduta ha sbattuto la testa rimanendo con la Vespa accanto, sulla carreggiata ed in piena notte. Sfortunatamente un'altra vettura, una Toyota Yaris, è sopraggiunta in direzione Fiumefreddo. Non vedendo il corpo inerte a terra, lo ha urtato. Il conducente della Toyota ha fatto immediatamente retromarcia per vedere contro che cosa aveva urtato.

Non appena si è reso conto di quanto accaduto ha immediatamente avvisato gli uomini del 118 e le forze dell'ordine. Gli accertamenti sono ancora in corso per stabilire se l'uomo era deceduto per la caduta dalla Vespa o in seguito all'urto con la Toyota. Nemmeno il casco protettivo, che indossava regolarmente, è servito a salvargli la vita.

Il ragazzo lascia la moglie e la figlia di dieci mesi

Sul posto sono giunti i sanitari del 118, ma ogni tipo di soccorso è stato vano.

I rilievi sono stati eseguiti dai carabinieri in piena notte. Purtroppo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della vittima. Il giovane è Giacomo Faraci. Avrebbe compiuto ventisette anni nel mese di giugno. Il ragazzo era sposato ed aveva un figlio di dieci mesi. Residente a Fiumefreddo di Sicilia era un impiegato in un albergo di Taormina. La salma del giovane è stata subito trasportata presso l'obitorio dell'ospedale San Vincenzo di Taormina a disposizione del magistrato.

Tutti si stringono al dolore della famiglia che deve ora affrontare questa morte prematura. Ulteriori dettagli sull'argomento emergeranno senza dubbio nei prossimi giorni. In attesa di saperne di più, per tenervi aggiornati, vi invitiamo a cliccare sul tasto 'Segui' che è posizionato accanto al nome dell'autore dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!