Aveva preso un volo da Johannesburg per trasportare il suo carico di droga, ma il suo atteggiamento nervoso è stato notato dai finanzieri e dai funzionari doganali, i quali insospettiti lo hanno fermato e perquisito. È finito così agli arresti un cittadino di origine tanzaniana di 24 anni, che stava trasportando 3,300 chili di eroina. Ieri a veder scattare le manette sono stati due giovani albanesi di 27 e 24 anni, colti dai Carabinieri in flagranza di reato, nelle campagne adiacenti a Montenero di Bisaccia, in provincia di Campobasso.

I due uomini stavano scaricando da un furgone numerose “balle” al cui interno i militari hanno rinvenuto ben 2 tonnellate di marijuana.

Volo intercontinentale per consegnare la droga

Era partito da Johannesburg in Sudafrica, con il suo carico di morte, su una linea aerea diretta ad Amsterdam; ma durante lo scalo nell’aereoporto di Napoli il suo comportamento nervoso ha insospettito i finanzieri della tenenza di Capodichino e i funzionari doganali che stavano eseguendo i normali controlli ai passeggeri.

La GdF di Napoli ha quindi fermato e arrestato il corriere internazionale di droga mentre raggiungeva l’uscita dell’aerostazione. Durante gli accurati controlli dei finanzieri, sul giovane e sui bagagli che portava con sé, sono stati rinvenuti, cuciti nella tracolla della borsa, 4 involucri contenenti la droga. Le analisi immediatamente successive hanno dimostrato che si trattava di 3,300 grammi di eroina purissima.

Il giovane della Tanzania, S.I.Y di 24 anni, ora rischia di passare in carcere tra gli 8 e i 20 anni, per il reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

2 tonnellate di droga sequestrate in Molise

Sono finiti in manette durante un’operazione anti-droga dei Carabinieri della Compagnia di Termoli. I due ragazzi albanesi sono stati arrestati per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

I due giovani, di 27 e di 24 anni, stavano scaricando da un furgone, vicino a un casolare di campagna a dieci chilometri dalla Costa Adriatica nel comune di Montenero di Bisaccia, dei pacchi voluminosi al cui interno i militari hanno rinvenuto il massiccio carico di “erba”. Si tratta di un maxi-sequestro, il secondo nel molisano nel giro di 3 anni, in quanto i militari hanno rinvenuto all’interno del furgone ben oltre le due tonnellate di marijuana. I due uomini erano anche armati; durante la perquisizione i carabinieri hanno rinvenuto una pistola di probabile fabbricazione balcanica. Subito dopo il fermo i due uomini sono stati condotti in caserma e, dopo gli accertamenti di rito, rinchiusi nella prigione di Larino.

I Carabinieri non escludono che ulteriori indagini possano portare a nuovi sviluppi. La lotta al narcotraffico, che vede le forze dell’ordine sempre all’erta, si intensifica soprattutto durante l’estate, quando è più facile per i trafficanti mimetizzarsi tra la folla di turisti e immigranti.

Segui la nostra pagina Facebook!