È la prima volta che una nazione scandinava viene colpita dal terrorismo jihadista. Sarebbe undici le persone coinvolte nell'attacco: nove feriti e due morti. Al momento, le forze di polizia confermano la pista terroristica, mentre la tv svedese Yle ha raccontato la scena immediatamente successiva all'attacco con diverse persone che giacciono per terra nella zona centrale della città, testimoniata anche da due video.

Terrorismo, paura dalla Finlandia

Testimoni hanno affermato di aver visto tre assalitori che correvano in mezzo alla strada mirando a colpire anche le donne e gridando Allah Akbar; altri testimoni sostengono di aver visto un corpo ricoperto da un lenzuolo e di aver udito molti spari.

La forze del ordine finlandesi, nel frattempo, ha reso noto di aver neutralizzato l'assalitore sparandogli alla gamba dopo che questo ha accoltellato anche altre persone.

La polizia finlandese ha aperto un'inchiesta per terrorismo

Cinque persone, tutte di origine marocchina, sono sospettate di essere collegate all'uomo che ha ucciso due persone. Venerdi pomeriggio 18 agosto nella città di Turku, 170 mila abitanti, la quinta città della Finlandia, giudicata il paese più sicuro al mondo dal world economic forum, 150 chilometri da Helsinki: uno sconosciuto aveva cominciato ad aggredire i passanti nella affollata zona del mercato. Il suo obiettivo erano le donne, conferma poi un portavoce della polizia.

Tra i feriti c'è anche una cittadina italiana, Luisa Bianucci, una ricercatrice universitaria di 30 anni che era lì per lavoro, colpita ad una spalla, si trova ancora ricoverata in ospedale ma non è in gravi condizioni.

Il terrorista era stato poi bloccato dalle forze dell'ordine che gli aveva sparato alla gambe, immobilizzato e poi arrestato.

L'assalitore, un 18enne marocchino, arrivato nel paese l'anno scorso che viveva in un centro di accoglienza senza permesso di soggiorno perché le autorità avevano respinto la sua richiesta di asilo politico, adesso si trova ricoverato in ospedale. Il terrorista aveva accoltellato anche altre otto persone prima di essere neutralizzato dalla polizia.

Gli inquirenti sciolgono i dubbi dopo una giornata di incertezze

La polizia finlandese conferma ufficialmente, in seguito alla ricerca di potenziali complici, che non si tratta di un gesto isolato ma di un attacco terroristico pianificato. L'attacco avviene all'indomani della strage a Barcellona, in Spagna rivendicata da ISIS. C'è un collegamento tra i due attentati?

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!