Bassel Khartabil era stato arrestato il 15 Marzo 2012: è morto nel lontano 2015, senza che, prima di oggi, se ne avesse notizia. Proprio nel giorno in cui la guerra civile siriana spegneva la prima candelina, Bassel era stato prelevato nel corso di una retata nel distretto di Mezzeh a Damasco. Erano giorni di fuoco per lo stato siriano, nella capitale e in tutto il paese manifestanti pro e contro il governo inondavano le piazze. Il sangue scorreva a fiumi. Rinchiuso nella prigione di Arda, a nord-est di Damasco, non poté neppure sposarsi. Alla notizia dell'arresto, la comunità internazionale e gli attivisti siriani si mossero repentinamente per chiederne la scarcerazione.

#freebassel

Prese vita la campagna #freebassel, per chiederne a gran voce la messa in libertà. Grandi aziende del mondo Internet come Mozilla, Wikipedia, Global Voices, EFF, Creative Commons cercarono d'intercedere per l'attivista scrivendo lettere al governo siriano per chiederne l'immediata scarcerazione. L'intera comunità internazionale si strinse intorno a Bassel che nel 2013 vinse il Premio per la Libertà d'Espressione istituito dall'organizzazione Index on Censorship. Nello stesso anno poté anche coronare il suo sogno d'amore e sposare l'amata Noura Ghazi. Le maglie intorno all'attivista sembravano finalmente affievolirsi, ma proprio quando la scarcerazione pareva imminente, Bassel ripiombò nel buio assoluto.

'Giustiziato'

Di lui si persero completamente le tracce. Nel 2015 venne trasferito in una località sconosciuta, probabilmente per essere giudicato da un tribunale militare. E proprio in una località sconosciuta, nello stesso anno, Bassel ha perso la vita. Ne da oggi il triste annuncio la vedova affidando il proprio dolore ad un post su Facebook, così che la notizia possa raggiungere più persone possibili.

Una vita al servizio degli altri

Grande il cordoglio internazionale alla notizia della scomparsa di Bassel. Il fondatore di Wikipedia, così come Noura e tantissime altre persone, ha affidato il suo dolore a Facebook

Bassel era un programmatore di grande talento e questo suo dono l'aveva messo al servizio del prossimo, collaborando attivamente con alcune tra le piattaforme più famose del web come Mozilla e Creative Commons, per non parlare del progetto New Palmyra Project nato nel 2005 e volto a salvare le antiche rovine della città di Palmira, in pieno contrasto con gli ideali, se così possono essere chiamati, dell'ISIS.

Segui la nostra pagina Facebook!