Ancora un brutto episodio in Sardegna, stavolta non si tratta nè di spaccio di stupefacenti nè di incidente stradale grave. Il fatto è un abuso sessuale su minore. Un reato che, come la violenza sulle donne, sta divenendo sempre più diffuso e che quindi di conseguenza, sta allarmando intere comunità sgomente e talvolta inerti davanti ad atti cosi crudeli.

La violenza si è consumata in provincia di Oristano, uno dei capoluoghi di provincia della Sardegna

La città notoriamente non risulta essere teatro di reati gravi e nemmeno di un numero consistente degli stessi.

Stavolta, però, l'episodio è accaduto in un paese vicino ad oristano, dove un uomo è stato colto in flagranza di reato dai carabinieri, proprio mentre era impegnato a compiere atti sessuali con un minorenne. I militari pare siano stati avvisati da un parente del minore. Si sono cosi portati sul luogo del misfatto ed entrati nell'abitazione, hanno trovato l'uomo con il bambino; lo hanno bloccato ed arrestato con l'accusa di violenza sessuale su minore.

Il bambino, assistito da alcune assistenti sociali, è stato portato in una casa di accoglienza gestita dalle suore, dove dovrebbe trovare un ambiente più sereno e consono ad un minore. Gli inquirenti all'interno della casa dell'uomo hanno rinvenuto diversi elementi, che confermerebbero i ripetuti abusi sessuali perpetrati nei confronti del minore; tutti elementi utili che serviranno per inchiodare ancor più l'uomo, tra le altre cose padre di famiglia.

L'uomo, intanto, è rinchiuso nel carcere oristanese di Massama, in attesa di essere sottoposto a regolare processo ed essere condannato da sentenza. Si chiude l'ennesimo episodio di violenza sessuale su minore, con un caso spinoso da analizzare nei minimi particolari; in tal senso saranno utili anche gli elementi raccolti dai carabinieri nella casa dell'orco.

Una storia triste che fa riemergere altri episodi simili di violenza su minori, una piaga terribile che purtroppo, quotidianamente, miete sempre più vittime. Molti abusi inoltre non vengono denunciati per diverse motivazioni, che possono essere riconducibili alla vergogna o allo scandalo che potrebbe scoppiare all'interno di una comunità o della parentela ecc...

. Elementi che non giustificano tale atteggiamento di omertà, ma che purtroppo favoriscono solo il proliferarsi sotterraneo di reati di questo genere. Denunciare l'episodio rimane l'unica arma efficace per inchiodare "il mostro".

Segui la nostra pagina Facebook!