Queste sono notizie che purtroppo fanno perdere credibilità alla giustizia. Dopo avervi raccontato dell'ottimo lavoro fatto da parte di un agente di polizia che ha incastrato un pedofilo su internet [VIDEO], questa volta non si può certo dire la stessa cosa del giudice della Corte Distrettuale australiana, John North, che ha assolto un uomo di 55 anni che ha ammesso di aver stuprato due bimbe di otto e dieci anni negli anni '80. Secondo quanto riportato dal The Daily Telegraph, infatti, il pedofilo aveva diciannove anni nel momento in cui gli abusi cominciarono e oggi è stato graziato dal tribunale con delle motivazioni alquanto assurde.

Violenta due bambine per sette anni, ma per il giudice va assolto

"Ha il colesterolo alto, soffre di insonnia e da bambino non ha mai avuto lezioni di educazione sessuale".

Sarebbero queste le motivazioni che hanno spinto il giudice ad assolvere l'uomo. Le violenze sessuali ai danni delle due bambine sarebbero cominciate a 19 anni e perpetrate per ben sette anni. L'uomo sarebbe potuto andare incontro a 54 anni di prigione, ma nonostante le sue confessioni, il magistrato non è andato oltre ad una condanna di due anni con pena sospesa. Questo significa che il signore in questione non metterà piede in carcere neanche per un giorno.

L'uomo graziato dal giudice per la sua "attuale moralità"

L'uomo in questione avrebbe costretto una delle bambine a praticargli un rapporto di sesso orale e pochi anni dopo l'avrebbe violentata in un frutteto. Per quanto riguarda l'altra bambina, l'uomo è andato oltre, iniziando a portarla in una stanza facente parte della chiesa e in due occasioni avrebbe tentato di violentarla.

Queste violenze, come già detto cominciate all'età di 19 anni dell'uomo, sarebbero durate fino ai suoi 26 anni. Secondo il giudice, però, l'autore di questi gesti si è meritato uno sconto della pena per la sua "attuale moralità", sottolineando come l'uomo fosse "ingenuo ai tempi degli episodi accaduti e totalmente inesperto". Questo perché non aveva mai fatto educazione sessuale ai tempi della scuola. Ecco perché l'uomo è stato assolto, anche se il Procuratore Generale avrebbe chiesto immediatamente di far rivedere il caso. Come biasimarlo d'altronde?

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti l'Italia e il mondo [VIDEO], potete cliccare sul tasto "Segui" posto in alto, accanto al nome dell'autore di questo articolo. #violenza sulle donne #violenza sessuale #Criminologia