Ore di apprensione per Nadia Toffa, inviata e conduttrice de Le Iene, la quale nella giornata di sabato 2 Dicembre ha avuto un improvviso malore. E' successo tutto attorno alle ore 14, in un hotel posizionato nella via principale di Trieste, dove la giornalista si era recata molto probabilmente per lavoro. Prontamente è stato inoltrato l'allarme all'equipe medica del 112, che, per mezzo di una vettura medicalizzata, ha portato la Toffa all'ospedale di Cattinara a Trieste. La donna è stata portata al reparto di terapia intensiva, il che lascia intendere che le sue condizioni siano gravi. A distanza di circa un giorno, è stata resa nota qualche notizia in più grazie al primo bollettino medico.

Intanto sul web, i suoi fan e quelli del programma Le Iene continuano ininterrottamente a sostenerla con messaggi solidali.

Nadia Toffa dopo il malore: problemi per il trasferimento a Milano

Sabato 2 Dicembre, un grave malore ha colpito Nadia Toffa, la quale è stata prontamente portata all'ospedale di Cattinara a Trieste, dove è stata ricoverata d'urgenza nel reparto in terapia intensiva dell’Arta (Anestesia rianimazione terapia antalgica). Qui ha ricevuto i primi soccorsi, ma subito si è pensato ad un trasferimento all'ospedale San Raffaele di Milano per mezzo di un elisoccorso. Ciò sarebbe dovuto avvenire immediatamente dopo il ricovero, ma le condizioni climatiche poco stabili hanno reso la pianificazione del trasferimento impossibile. La bora, infatti, ha superato nella giornata di ieri i 100 chilometri orari facendo abbassare drasticamente le temperature: per questo motivo, l'elisoccorso è partito solo in tarda notte, quando il vento ha cominciato a calare.

Il bollettino medico di Nadia Toffa in seguito al malore

Per informare e rassicurare i sostenitori di Nadia Toffa, i medici che l'hanno soccorsa nella giornata di ieri hanno rilasciato alcune informazioni circa le sue attuali condizioni in seguito all'improvviso malore. Secondo quanto affermato dallo staff, la giornalista ha ricevuto le prime cure e la situazione attualmente è stazionaria.

Dal bollettino medico, invece, si evince ancora un'incertezza per quel che concerne i fattori che possano aver causato l'improvviso malore; sul documento, si legge che la patologia cerebrale che le ha fatto perdere conoscenza nella camera d'albergo è ancora in fase di definizione, il che lascia intendere che l'equipe medica stia ancora effettuando le analisi e i controlli di dovere al fine di carpire le reali motivazioni del malore.

Il messaggio de Le Iene per Nadia Toffa

In attesa che vengano rese note ulteriori informazioni sulle condizioni di Nadia Toffa dopo il malore, la redazione de Le Iene ha voluto mostrare il proprio sostegno con un breve e commovente messaggio: 'Ci stiamo tutti prendendo cura di lei', ha scritto sulla pagina ufficiale del programma. Molti sono anche i commenti dei suoi sostenitori, che la incitano a non mollare e a lottare con tutte le sue forze. Anche alcuni grandi personaggi del mondo dello spettacolo hanno voluto starle vicino con un messaggio social, come ad esempio il giocatore bianconero Claudio Marchisio che ha retwittato il post di Ivan Zazzaroni. Accanto però ai post solidali, una fetta degli utenti si è schierata contro la Toffa, suscitando grande indignazione per la poca sensibilità nei confronti di una condizione precaria di salute: 'Speriamo crepi' e la data di morte riportata sul sito Wikipedia lasciano pensare che le sue battaglie contro le ingiustizie non siano state ben gradite, molto probabilmente dagli stessi diretti interessati.

Segui la pagina Le Iene
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!