Recentemente è stata sequestrata una nave di un'organizzazione non governativa, specificatamente della spagnola 'ProActiva Open Arms'. L'imbarcazione della 'ProActiva' aveva ormeggiato nel porto di Pozzallo, dove era arrivata a seguito dello sbarco di 218 migranti che gli stessi membri dell'organizzazione non governativa spagnola erano riusciti a salvare. Proprio l'equipaggio della 'ProActiva Open Arms' si era rifiutato di consegnare i migranti alla Guardia Costiera della Libia e tale fatto è alla base dell'incriminazione della stessa ONG.

Pubblicità

L'accusa contro l'ONG: 'ProActiva ha favorito l'immigrazione irregolare'

Come riportato da un articolo pubblicato sul sito web dell'ANSA, il comandante e il coordinatore a bordo della nave dell'ONG sono sotto indagine [VIDEO]da parte del procuratore Carmelo Zuccaro. Lo stesso Zuccaro, già noto per le sue prese di posizione critiche verso le ONG in passato, ritiene che la ProActiva si sia macchiata del reato di 'favoreggiamento dell'immigrazione clandestina'. Il direttore dell'organizzazione umanitaria Oscar Camps ha criticato la presa di posizione della procura sostenendo che, con essa, stia stato istituito il 'crimine di solidarietà'.

Le organizzazioni non governative e lo sfruttamento dell'immigrazione, verità o bufale?

Il sequestro della nave della ProActiva ha riacceso il dibattito intorno alle ONG e al loro presunto ruolo di 'istigatori dell'immigrazione clandestina'. Secondo diversi opinionisti e analisti, le stesse organizzazioni non governative sono vittime di una campagna di disinformazione orchestrata da parte di una certa stampa di destra e dai partiti di orientamento populista e nazionalista, italiani e non. Di tutt'altro parere sono altri analisti ed opinionisti, che affermano che le ONG siano pesantemente coinvolte nello sfruttamento sistemico dell'attuale immigrazione di massa e che talvolta agiscano anche in "collaborazione" con gli scafisti.

Pubblicità

Comunque sia e quale che sia la reale verità, c'è da dire che è indubbiamente vero che la maggior parte delle organizzazioni non governative svolga un servizio umanitario essenziale ed eccezionale e che, d'altro canto, è pur vero che sembrano esistere anche alcuni aspetti critici e ancora 'oscuri' che riguardano le stesse modalità d'operazione e la struttura di alcune ONG impegnate nel salvataggio dei migranti.